Il famoso bus di Into the Wild è stato rimosso dal sentiero dove si trovava da anni in Alaska. Il ‘magic bus’ è stato elitrasportato in un’altra località in attesa di trovare una destinazione definitiva. Le autorità hanno deciso di rimuovere quella che ormai è una carcassa perché, vista la zona in cui si trovava, rappresentava un pericolo per turisti e avventurieri che cercavano di replicare le vicende di Christopher McCandless, il giovane protagonista del romanzo di Jon Krakauer Nelle terre estreme (in Italia pubblicato da Rizzoli). McCandless morì di stenti in Alaska dopo un peregrinare di due anni per gli Stati Uniti. Qualche mese fa, un gruppo di cinque escursionisti italiani lungo lo Stampede Trail furono tratti in salvo dalle autorità dell’Alaska di ritorno da una visita al bus abbandonato.

Video Facebook/Alaska National Guard

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scimmia alcolista ferisce 250 persone e ne uccide una: era abituata a bere e a mangiare carne

next
Articolo Successivo

Sette bambini si tuffano in un fiume per salvare un amico: nessuno di loro si salva

next