È morto l’attore britannico Ian Holm che tutti ricordano per aver dato il volto a Bilbo Baggings nelle trilogie del Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit. Ma Holm, nato nel 1931 a Goomayes, aveva interpretato decine di ruoli diversi: quello di Sam Mussabini in Momenti di gloria lo portò alla nomination all’Oscar come Miglior attore non protagonista. Dal Frankestein di Kenneth Branagh ad Amleto di Franco Zeffirelli, Holm è stato un attore capace di passare da un personaggio all’altro con i più importanti registi del cinema. Una vita privata “movimentata” con ben 4 matrimoni, l’attore è morto oggi 19 giugno all’età di 89 anni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Al Bano: “Basta con le speculazioni su mia figlia Ylenia. Lo fanno per soldi. Alimentano speranze che non ci sono”

next
Articolo Successivo

Beautiful, bambole gonfiabili (già usate come cadaveri) per girare le scene di sesso

next