Un migrante è morto nell’incendio che questa mattina all’alba è divampato in una zona della baraccopoli di Borgo Mezzanone, dove vivono molti dei braccianti impegnati ogni giorno nelle campagne del Foggiano. Non sono ancora chiare le cause del rogo, sulle quali stanno indagando gli inquirenti: sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia. Dalle prime informazioni le fiamme hanno avvolto un’abitazione di fortuna, che si trovava in una zona piuttosto isolata della “ex pista”, dove risiedono numerosi cittadini di origini senegalesi.

“Il governo, incurante e indifferente al nostro dolore, ha deciso di non affrontare i padroni della filiera agricola: i giganti del cibo, che sacrificano la nostra vita per profitto. Abbiamo convocato un’assemblea dei lavoratori oggi a Borgo Mezzanone perché non possiamo accettare che si muoia così”. Questo il primo commento di Aboubakar Soumahoro dell’Usb sul suo profilo Facebook.

Al momento la vittima non è stata identificata. Nella zona dove si è verificato l’incendio risiedono molti senegalesi e non si esclude che anche la vittima possa esserlo. Si tratta della quarta vittima in un anno nel campo di Mezzanone. Qui i lavoratori, impegnati tutto il giorno nella raccolta della frutta e della verdura per pochi euro al giorno, sono costretti a vivere in abitazioni fatiscenti e pericolose. Solo poche settimane fa i migranti, guidati dallo stesso sindacato Usb, avevano deciso di incrociare le braccia per un giorno, e si erano messi in cammino in una marcia pacifica per chiedere maggiori diritti e migliori condizioni di lavoro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, scoperta cellula anarchica: sette arresti. “Attentato contro una caserma dei carabinieri e macchine di Eni-Enjoy date alle fiamme”

next
Articolo Successivo

Ho adottato una cucciolata di gattini. Di randagismo si parla tanto ma nessuno fa niente

next