Il teatro si fa virtuale e lo fa per una buona causa. Martedì 3 giugno alle 21, va in scena “Luce Mia – Virtual Edition” una versione inedita dello spettacolo teatrale ispirato alla storia del Comitato Maria Letizia Verga che debuttò esattamente un anno fa. Gli attori, però, non si esibiranno sul palcoscenico, ma reciteranno la loro parte dalle proprie case. La storia dei 40 anni dell’associazione verrà raccontata attraverso un adattamento web di Bruno Fornasari (co-Direttore artistico del Teatro Filodrammatici di Milano) con testo di Dario Merlini e Alessandro Savarese.

Un emozionante racconto virtuale diffuso, in presa diretta, dove le parole dello spettacolo saranno interpretate direttamente dalle case degli attori, tra cui Tommaso Amadio – anch’esso co-Direttore artistico del Filodrammatici – e Orsetta Borghero – da anni sostenitrice della Onlus – che faranno vivere agli spettatori, con passione, commozione e anche qualche attimo di ilarità, le fasi della malattia di Lucia (Maria Letizia) e della nascita del Comitato. L’iniziativa è collegata alla raccolta fondi destinata al Progetto di Assistenza alle famiglie del Comitato Verga che, con oltre 2000 bambini guariti, rappresenta un esempio straordinario dell’impegno in prima linea contro la leucemia infantile, offrendo la migliore Ricerca, Cura e Assistenza.

Il racconto della storia di due famiglie e il loro intrecciarsi, all’interno (e all’esterno) della malattia viene riproposto mercoledì 3 giugno alle ore 21:00 in una veste del tutto inedita. In “Luce Mia
– Virtual Edition” gli attori protagonisti, infatti, non reciteranno dal palco del teatro, ma direttamente dalla propria casa, dando vita ad una messa in scena digitale che verrà trasmessa grazie al live del canale YouTube dalla piattaforma Gotowebinar. Il progetto si svolge con la stretta collaborazione del Teatro Filodrammatici di Milano.

In collaborazione con il Teatro Filodrammatici di Milano, il progetto punta anche a dare il la alla ripartenza del settore dello spettacolo, uno dei più colpiti dall’emergenza coronavirus. Per il biglietto virtuale dell’iniziativa è richiesta una donazione a partire da 7 euro per utente collegato. Per iscriversi allo spettacolo e contribuire alla raccolta fondi bisogna collegarsi al sito comitatomarialetiziaverga.it.

“Siamo felici di rivedere la nostra storia, seppur raccontata con una modalità nuova – spiega Lorella Marcantoni, responsabile comunicazione e fundraising del Comitato Verga – Ma siamo sicuri che ci emozionerà ancora e farà entrare nel nostro mondo le persone che parteciperanno grazie alla bravura e al cuore di questi magnifici artisti”. Anche se il teatro è un esperienza che accade dal vivo, “se si dà spazio all’importanza del racconto e alla bravura degli interpreti, anche da remoto è possibile far accadere lo spettacolo”, conclude Bruno Fornasari.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Christo morto: addio all’artista del The Floating Piers, la passerella sul lago di Iseo. Aveva 84 anni

next
Articolo Successivo

Morto Paolo Fabbri, addio al semiologo amico di Umberto Eco: docente universitario amatissimo dagli studenti, ha svelato i segreti del linguaggio

next