L’inviato di Striscia la Notizia Moreno Morello e la sua troupe sono stati aggrediti con calci, pugni e bastoni durante un servizio su “Sandokan” a Ceccano (Frosinone), l’uomo già preso protagonista di servizi per una “presunta truffa sulle mascherine al personale dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure” e che aveva già minacciato un inviato del Tg satirico on una scimitarra”.

È accaduto a Ceccano e sono dovuti intervenire i carabinieri che hanno arrestato tre persone. “Moreno Morello e quattro operatori sono stati aggrediti con pugni, lanci di sassi, bastoni e attrezzi – informa lo stesso Tg in una nota-. L’inviato di Striscia dopo aver ricevuto altre segnalazioni da cittadini raggirati, oggi pomeriggio è tornato da ‘Sandokan’ per concludere l’inchiesta, ma ‘Sandokan’, questa volta supportato da due parenti, ha accolto la troupe con pugni, lanci di sassi, bastoni e attrezzi da giardino”.

Sono stati momenti di panico. Un mio operatore è finito a terra dopo un pugno e gli aggressori hanno urlato “Ti uccido!” – ha raccontato Morello- solo l’arrivo di cinque pattuglie dei Carabinieri ha posto fine alla violenta aggressione che si è conclusa con l’arresto dei tre uomini”. Secondo quanto si è appreso, i militari della Stazione di Ceccano sono intervenuti per bloccare i responsabili che hanno aggredito i carabinieri. Non solo: durante l’operazione il cane di uno dei tre ha morso alla gamba un maresciallo dei carabinieri strappandogli il pantalone e il calzettone ma senza provocare ferite. Successivamente è intervenuta anche una pattuglia della Forestale che ha elevato una sanzione amministrativa confronti proprietario del cane per mancanza di microchip.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Amici Speciali, Maria De Filippi si schiaccia le uova in testa. Michele Bravi scoppia in lacrime e rivela: “Dopo l’incidente è stata la prima persona a chiedermi di cantare”

next
Articolo Successivo

Sono le Venti (Nove), dalle scuole che si preparano alla riapertura alle tensioni intorno al Csm: rivedi la puntata del programma di Peter Gomez

next