John Peter Sloan, l’attore teatrale e comico britannico diventato celebre per le sue lezioni di inglese nel programma Zelig, è morto nella notte a 51 anni mentre si trovava nella sua casa di Menfi, in Sicilia. A dare l’annuncio è la sua pagina Facebook con un post: “Dear all, è con grande cordoglio che vi comunichiamo che il nostro amico e mentore John Peter Sloan è venuto a mancare. Ci uniamo alla famiglia in questo momento di dolore e porgiamo le nostre più sentite condoglianze”. “È avvenuto tutto improvvisamente. Soffriva di asma, aveva un enfisema, ma niente di preoccupante. Poi, ieri sera, e’ stato trasferito in ospedale, ha avuto un aggravamento e non c’è stato nulla da fare”, ha detto tra le lacrime all’Agi la sua agente, Stefania Milanesi.

Tanti i messaggi di cordoglio sui social di amici e colleghi: “Ciao John, non dimenticheremo mai il tuo modo divertente di insegnare la lingua inglese. Con la tua allegria e la tua simpatia sei riuscito a farti amare da tutti gli italiani”, scrive il collega Herbert Pacton postando su Facebook una foto che li ritrae insieme.
“Oggi ci ha lasciato un grande personaggio italiano importato da Birmingam. John Peter Sloan, un grande cantante, un creatore, un attore, un comico, un insegnante unico, una persona difficile e discutibile fra le più intelligenti che abbia mai conosciuto ma soprattutto un grande amico che adesso mi manca molto. Tvb. Mauri”, sottolinea il collega Maurizio Colombi. “Ciao John, non dimenticheremo mai il tuo modo divertente di insegnare la lingua inglese. Con la tua allegria e la tua simpatia sei riuscito a farti amare da tutti gli italiani”, scrive su twitter il governatore della Regione Liguria Giovanni Toti.

Nato da padre irlandese e madre inglese, Sloan ha lasciato l’Inghilterra a 16 anni per iniziava a viaggiare per l’Europa come cantante e chitarrista. Nel 1990 arrivò in Italia e, prima di diventare autore e attore comico, fondò un gruppo rock, i The Max, dei quali è stato il frontman. Quando poi nel 2000 nacque la sua prima figlia, decise di interrompere il suo tour e iniziò a dedicarsi in Italia all’insegnamento della lingua inglese con un suo metodo. Nel 2011 fonda la sua prima scuola, John Peter Sloan – la Scuola, a Milano, nel 2013 apre una seconda sede a Roma ed infine una terza a Menfi, in Sicilia.

Nel 2007 debuttò con alcuni spettacoli educativi in lingua inglese al teatro Zelig, nell’ambito della rassegna Zelig in English, facendosi così apprezzare dal grande pubblico. Successivamente scrisse diversi spettacoli teatrali che lo vedono protagonista e regista, rivolti a studenti, stranieri che vivono in Italia o amanti della lingua inglese.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fase 2, palestra di Roma: “Riapriamo con regole nuove. Abiti in sacche, sanificazione dei macchinari, docce saponate e distanze”

next
Articolo Successivo

Elisa Isoardi: “La Lega è in calo nei sondaggi? Mi dispiace, saranno gli occhiali di Matteo Salvini”

next