Con qualche certezza in più da parte del governo e inevitabile rammarico, le agenzie live hanno comunicato tutte assieme che i grandi eventi e concerti di questa estate si fermano: posticipati 102 tour, 15 grandi festival e la stagione estiva dell’Arena di Verona. Numeri impressionati. Una decisione purtroppo obbligata “alla luce delle disposizioni governative in tema di salute pubblica che vietano assembramenti di persone – recita il comunicato ufficiale -. Una decisione condivisa dalla gran parte dei produttori e organizzatori di spettacoli di musica dal vivo, che fanno sentire unita la loro voce. Un segnale necessario che non significa che la musica dal vivo si arrenderà. L’appuntamento con i grandi eventi live dell’estate 2020 è infatti rimandato al 2021, che sarà una stagione ancora più grande e magica che mai”.

L’ultimo Dpcm ha espressamente indicato nel numero di massimo di 200 persone per eventi al chiuso e mille persone all’aperto le condizioni per poter ripartire dal 15 giugno. Il Decreto Legge n.33 del 16 maggio, invece, vieta in maniera categorica gli assembramenti fino al 31 luglio. Per chi volesse essere rimborsato o cambiare un concerto sono a disposizione i voucher (validi per 18 mesi) da richiedere all’agenzia live dell’evento, mentre i biglietti già acquistati rimangono validi per le nuove date.

Le agenzie stanno comunicando tutti gli slittamenti. Per alcuni non c’è ancora una data definitiva, che sarà comunicata nei prossimi giorni o entro il 31 luglio. I motivi sono molteplici: c’è da ridiscutere i contratti di affitto con stadi e location varie, da rivedere gli accordi con i lavoratori precettati per gli allestimenti, confrontarsi con i vari staff. E c’è anche l’incognita del mondo del calcio con le date del prossimo Campionato e naturalmente ci sono gli Europei, posticipati al 2021. Insomma l’unica certezza è che per applaudire le grandi star, bisognerà aspettare il prossimo anno.

L’appuntamento con Vasco Non Stop Live Festival 2020 viene “sospeso” per quest’anno. La notizia è arrivata proprio nei giorni in cui Vasco Rossi e tutto il suo staff al completo avrebbero dovuto riunirsi per iniziare le prove concerto di un tour da 360mila spettatori. Live Nation, in accordo con Big Bang Srl, sta già lavorando al calendario delle nuove date, previste per giugno 2021, che verranno annunciate nei prossimi giorni, entro il 29 maggio. Stesse le città, Firenze, Milano Roma e Imola, stessi i Festival Rock.

I tour negli stadi di Tiziano Ferro e Cesare Cremonini previsti per quest’estate saranno posticipati all’anno prossimo. I biglietti precedentemente acquistati rimarranno validi per le nuove date 2021. Live Nation sta lavorando con le autorità e gli stadi di ogni città toccata dal tour ed è in attesa delle ultime risposte per definire tutti i dettagli e comunicare così le nuove date. Le vendite saranno momentaneamente sospese e riaperte non appena sarà pubblicato il calendario definitivo. Anche Salmo (previsto il 9 giugno allo Stadio di Bibione e il 14 giugno a San Siro) e Ultimo (che sarebbe dovuto partire il 3 giugno) avevano già annunciato nei giorni scorsi che i loro tour sarebbero slittati al 2021. C’è ancora da capire quando saranno comunicate le nuove date da Vivo Concerti.

I concerti che si spostano al 2021 e che restano in attesa delle nuove date, che verranno comunicate da Friends & Partners quanto prima e comunque, non oltre il 31 luglio sono quelli di Zucchero, che avrebbe dovuto esibirsi nei mesi di settembre e ottobre 2020 all’Arena di Verona (22, 23, 24, 25, 26, 27, 29, 30 settembre e 1, 2, 3, 4, 6 e 7 ottobre 2020). Si sta poi lavorando alla nuova data del grande evento “30 anni in un giorno” alla RCF Arena Reggio Emilia (Campovolo) per celebrare i 30 anni della carriera di Ligabue, era previsto il 12 settembre 2020. Stessa location con data 19 settembre, era prevista per “Una, Nessuna, Centomila”. Lo show unico con sette artiste del calibro di Fiorella Mannoia, Emma, Alessandra amoroso, Giorgia, Elisa, Gianna Nannini e Laura Pausini. Sono in attesa di essere riprogrammate anche le date del tour stanziale al Teatro Carcano di Milano di Biagio Antonacci, già previste in partenza il 29 settembre 2020. Riprogrammato al prossimo anno anche l’evento allo Stadio Olimpico di Antonello Venditti con Francesco De Gregori che era previsto il 5 settembre. A proposito di quest’ultimo ci sono già le nuove date del De Gregori & Band Live – The Greatest Hits: 10 luglio 2021 all’Anfiteatro Il Vittoriale di Gardone Riviera – BS (recupero dell’11 luglio 2020), 12 luglio 2021 in Piazza Duomo a Pistoia (recupero del 13 luglio 2020), 24 luglio 2021 in Piazza Garibaldi a Cervia – RA (recupero del 25 luglio 2020), 13 agosto 2021 a Villa Bertelli a Forte dei Marmi – LU (recupero del 13 agosto 2020). Sempre entro il 31 luglio verranno comunicati gli spostamenti delle altre date previste.

I concerti per voce, solisti, orchestra e coro “Dodici Note”, 12 serate di Claudio Baglioni alle Terme di Caracalla di Roma, sono stati posticipati e si terranno da venerdì 4 a venerdì 18 giugno 2021. Il live speciale di Gianna Nannini, previsto il 30 maggio 2020 allo Stadio Artemio Franchi di Firenze, viene posticipato al 29 maggio 2021. L’evento “Andrea Bocelli – Rome 2020” previsto per il 21 giugno 2020 sarà posticipato di un anno esatto e si terrà il 21 giugno 2021. La 15esima edizione del Teatro del Silenzio, l’esclusivo evento che ogni anno prende vita sulle colline natie di Bocelli, a Lajatico, prevista per il 24 e 26 luglio 2020 – “Il Mistero della Bellezza” -, sarà posticipata al 22 e 24 luglio 2021. Sarà a breve comunicata la nuova data dell’appuntamento in Piazza Castello a Marostica, previsto inizialmente per il 16 settembre 2020. Rinviato a giugno, luglio e settembre 2021 il tour estivo di Niccolò Fabi.

Gli organizzatori del Rock in Roma hanno annunciato l’annullamento dell’edizione 2020, prevista dal 13 giugno al 31 luglio, dando appuntamento al 2021. Lo stesso vale anche per gli altri Festival come il Milano Summer Festival, Bologna Sonic Park, Firenze Rocks, i-Days, Lucca Summer Festival, il Pistoia Blues, Umbria Jazz e il Collisioni. L’Arena di Verona ha annunciato che riprenderà con il Festival della Lirica 2021 ospitando il Maestro Riccardo Muti che dirigerà l’Aida di Giuseppe Verdi per due serate il 19 e 22 giugno 2021.

E gli artisti internazionali? I concerti europei dei Pearl Jam previsti per il 2020 sono posticipati all’estate 2021 nei mesi di giugno e luglio (lo show italiano sarà a luglio). Il team sta lavorando con i propri partner per riprogrammare le date e pubblicare il nuovo calendario il prima possibile. I biglietti precedentemente acquistati per il concerto italiano all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola previsto per il 5 luglio 2020 restano validi per la nuova data. Il tour italiano dei 5 Seconds of Summer, originariamente previsto venerdì 29 maggio 2020 al Mediolanum Forum di Milano e sabato 30 alla Kioene Arena di Padova, è riprogrammato nel 2021. Le nuove date sono il 29 aprile 2021 a Milano presso il Lorenzini District e il primo maggio 2021 a Padova, al Kioene Arena. Infine il concerto di Sting, parte del suo “My Songs Tour” e previsto per il 23 luglio 2020, sarà riprogrammato il 20 luglio 2021 sempre al Parco della Cittadella di Parma.

La quantità degli spettacoli posticipati è impressionante, il lavoro delle agenzie in queste ore è riuscire, tutte insieme e in stretto contatto, a incastrare le date, in modo da non “darsi fastidio” e mettere nelle condizioni lo spettatore di non dover per forza scegliere un evento piuttosto che l’altro, dovendo così rinunciare a uno spettacolo. Un lavoro difficile soprattutto perché il prossimo anno ci saranno altri artisti, che usciranno con i nuovi progetti e tour. Insomma si rischia davvero un’overdose di show per il 2021, con l’imbarazzo della scelta e non per tutte le tasche.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

‘La Musica che gira’, per un domani più sicuro e solidale nel settore dello spettacolo

next
Articolo Successivo

Concerti estivi da mille persone, le agenzie live controcorrente. OTR: “Manifesto di Assomusica arrogante. Ok artisti come Vasco o Ferro ma noi indipendenti non ci vogliamo fermare”

next