Malena senza segreti. La Iena Alessandro Di Sarno è andato a trovare una delle pornostar italiane più ammirate all’estero, fino in Puglia, dopo il via libera alla Fase 2. L’attrice ha accolto a braccia aperte l’inviato, dopo gli opportuni test per verificare che tutti e due fossero negativi al Covid-19, e insieme hanno trascorso una giornata tra confidenze – molto intime – e risate. Malena ha iniziato come agente immobiliare, poi il grande salto nel mondo dell’hard. “Le attrici che fanno questo lavoro – ha spiegato – è perché non hanno vissuto bene il rapporto con il padre. Si sono sentite abbandonate dalla figura principale. Così diventa quasi una vendetta verso gli uomini che diventano oggetto per il proprio successo”. Malena ha raccontato che, a causa della pandemia, tutti i set a luci rosse sono chiusi, che lavora solo “con chi ce l’ha dai 22 cm in su” e che ha approfittato della quarantena “per rigenerare il corpo”.

Poi il discorso si è spostato sul versante economico. Quanto guadagna una stella del cinema hard? “Non si parla più di film, ma a scene. – ha specificato Malena – Un’attrice sconosciuta può andare da 200-300 euro fino a 1.500-2.000, però il mercato più ricco è in America”. Infine Malena, che ama molto la musica, ha confessato che farebbe un film con Biagio Antonacci.

Passata la notte tra colazione e piccoli suggerimenti per un sesso dignitoso, Le Iene hanno fatto una proposta interessante a Malena: mettere all’asta un suo pelo. Il denaro raccolto andrà in beneficenza all’associazione “Il Giardino delle idee”, che aiuta anziani, famiglie e giovani in difficoltà.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Quanto guadagnano i virologi per le presenze in tv? Ecco i compensi di Burioni e Capua”

next
Articolo Successivo

Donatella Bianchi, ecco chi è la conduttrice di Rai 1 inserita nella task force di Colao per la Fase 2

next