La Tunisia ha riconosciuto un matrimonio tra due omosessuali, il primo caso in tutto il mondo arabo. A dare l’annuncio è stata l’associazione Shams per la depenalizzazione dell’omosessualità in Tunisia, sulla propria pagina Facebook: “Si tratta di una prima assoluta in Tunisia e nel mondo arabo – scrive l’associazione – Il contratto di matrimonio tra un cittadino francese e un tunisino, sottoscritto in Francia, è stato riconosciuto in Tunisia ed annotato nell’atto di nascita dell’anagrafe tunisina”.

I due novelli sposi, un giovane tunisino di 26 anni e il suo compagno francese di 31, adesso vivranno insieme in Francia, visto che il 26enne ha di conseguenza ottenuto un visto per il ricongiungimento familiare. L’annuncio, pubblicato il primo giorno di Ramadan, mese sacro per i musulmani, ha provocato molto rumore sui social e sui media. Il presidente dell’associazione, l’avvocato Mounir Baatour, ha affermato per primo il suo sentimento di meraviglia. “Un fatto – conclude l’associazione – che va nella giusta direzione di stabilire il principio del libero arbitrio dell’individuo e il principio di uguaglianza e non discriminazione“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, c’è un santone attenzionato dalla Food and Drugs Administration dietro all’idea di Trump di iniettare disinfettante ai malati

next
Articolo Successivo

Coronavirus, in Africa mancano terapie intensive, ventilatori e il lockdown è inapplicabile. Così i 30mila casi (ufficiali) fanno paura

next