Un piano sanitario in cinque punti, dal rafforzamento delle reti sanitarie territoriali, all’utilizzo del distanziamento sociale e delle mascherine, fino all’intensificazione dei Covid hospital e dell’utilizzo di test molecolari e sierologici. È la strategia del governo spiegata durante le informative al Senato e alla Camera dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. “Sotto il profilo della risposta sanitaria all’emergenza, il governo ha elaborato, in queste ultime settimane, una strategia che possiamo sintetizzare in cinque punti” ha spiegato il premier elencandoli. “Uno: mantenere e far rispettare, a tutti i livelli, le misure per il distanziamento sociale e promuovere l’utilizzo diffuso dei dispositivi di protezione individuale; due, rafforzare le reti sanitarie del territorio come arma principale per combattere il virus; tre, intensificare, in tutto il territorio, la presenza di “Covid hospital” come strumento fondamentale della gestione ospedaliera dei pazienti; quattro, uso corretto dei test, sia di quelli molecolari (banalmente il tampone), che oggi sono l’unico strumento certo di identificazione del virus, sia di quelli sierologici (per intenderci, le analisi del sangue), utile strumento di indagine e conoscenza epidemiologica”. Non ultimo l’individuazione dei contatti stretti dei casi positivi e il loro conseguente isolamento. Come? “Tramite l’applicazione che sarà – ha specificato il premier – offerta su base volontaria e non obbligatoria”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili