Barbara D’Urso è nell’occhio del ciclone da ormai qualche settimana, travolta da numerose polemiche. Ultima, solo in ordine cronologico, la preghiera recitata in diretta tv con Matteo Salvini a Live-Non è la D’Urso. Una scena che non ha convinto nemmeno Maurizio Costanzo che in un’intervista al sito Panorama.it ha attaccato la collega: “È capitato anche a me in mezzo a una diretta di dire una preghiera mentale, ma farla in pubblico è un’altra cosa. Mi sono rivisto lo spezzone della puntata di domenica scorsa e quel passaggio mi ha provocato un po’ di disagio e un po’ d’imbarazzo.

Il giornalista aveva messo nel suo mirino la trasmissione già a dicembre scorso: “Ho sentito Barbara D’Urso annunciare in televisione che in una prossima puntata del suo programma, sarebbe stato ospite un giovanotto di ventidue anni (il pornoattore Max Felicitas, ndr), desideroso di fare l’amore con Lory Del Santo o con Carmen Di Pietro, e quest’ultima ha accettato. Mi è venuto un senso di smarrimento e anche di malinconia”, aveva commentato il giornalista dalle pagine del quotidiano Libero attaccando la conduttrice di Live-Non è la D’Urso.

Sulle pagine di Chi si era occupato del discusso matrimonio tra Tony Colombo e Tina Rispoli: “Ha ragione Massimo Giletti che lo ha più volte stigmatizzato o fa bene Barbara D’Urso che lo invita in tv?”, aveva chiesto un lettore a cui Costanzo aveva risposto senza troppi giri di parole: “Non ho il minimo dubbio che in questa vicenda abbia ragione Massimo Giletti. Non possiamo far finta di niente, ma dietro il matrimonio del quale si parla, c’era la presenza importante di esponenti della camorra”.

Uno stile televisivo di difficile gradimento per la critica e, considerando gli ultimi dati auditel, nemmeno così convincente per il pubblico. Costanzo aveva attaccato duramente anche la sua edizione nip del Grande Fratello: “Il grande regista Alfred Hitchcock nel 1954, firmò un film dal titolo ‘La finestra sul cortile‘. Fu un grande successo. Come lo è adesso il ‘Grande Fratello’ che si potrebbe chiamare ‘La finestra sulla discarica‘. Non aggiungo altro e chi ha visto o ha letto del programma, sa di cosa parlo”, aveva scritto su Libero.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Sono le Venti (Nove), dall’evoluzione della curva dei contagi all’intervista a Tridico. Rivedi il programma di Peter Gomez

next
Articolo Successivo

Maurizio Mosca, ItaliaUno ricorda il giornalista scomparso dieci anni fa con uno speciale. Il suo epitaffio: “Ho cercato di spargere allegria tra la gente”

next