Ci volevano due Collegiali per eliminare Soleil Sorge da Pechino Express 8. La campionessa di antipatia e la madre Wendy sono le vittime eccellenti di una mossa da vere strateghe messa in atto da Nicole Rossi e Jennifer Poni – le protagoniste de Il Collegio – che hanno vinto la settima tappa e scelto di eliminare #MadreeFiglia, protagoniste dell’ennesima infinita (e insopportabile) lite show. Mentre saltano gli equilibri, crescono gli ascolti, con la nuova puntata vista da oltre 2,5 milioni di spettatori, a conferma che la voglia di distrarsi e viaggiare (anche se seduti sul divano) è davvero tanta. Ecco il meglio e il peggio della serata.

Salvate il soldato Soleil. Tutto si può rimproverare a Soleil Sorge tranne la coerenza. Il ruolo della provocatrice antipatica (quello che aveva abbondantemente sfoggiato a Uomini e Donne e all’Isola dei Famosi) è il suo marchio di fabbrica e l’ha incarnato dal primo all’ultimo minuto, tenendo saldamente in mano lo scettro di più detestata dal gruppo: gli screzi continui con la madre Wendy resteranno negli annali di Pechino Express, perché mai ci fu coppia più litigiosa e urticante. “Il mio viaggio con Soleil sin dall’inizio è stato un continuo d’amore”, spiega la mamma riscrivendo la storia. E non si capisce bene se si riferisse alla pioggia d’insulti che Soleil le ha rovesciato addosso o a quando temeva che la figlia l’avrebbe abbandonata da un momento all’altro in mezzo a una strada. Voto: 3

Pechino Express, le pagelle: Soleil Sorge (campionessa di antipatia) eliminata, voto ‘7’ al deodorante di Miccio

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Harry Potter e la “magia” degli ascolti tv: con lui Italia1 (a costo zero) vince la serata e fa impazzire i giovani

next
Articolo Successivo

Mauro Corona sbotta con Bianca Berlinguer: “Poteva togliere un po’ di minuti a Verdone e a Veltroni”

next