La bacchetta del mago questa volta l’ha impugnata Italia 1 che con fiuto e intelligenza ha deciso di programmare in replica, dunque a costo zero, la saga di Harry Potter. E la scuola di Hogwarts sta regalando alla rete diretta da Laura Casarotto ascolti record, sorprendenti e per molti aspetti clamorosi. Il potenziale dei film con Daniel Radcliffe era noto ma ha superato le aspettative permettendo alla rete Mediaset di superare Canale 5 in quattro occasioni e in tre di vincere addirittura la serata. Complice il periodo di reclusione forzata e soprattutto la chiusura delle scuole che permette ai ragazzi di rivedere, magari commentando sui social, le gesta dell’amato maghetto.

Così martedì 24 marzo incollati allo schermo per Harry Potter e il Calice di Fuoco c’erano 4.430.000 telespettatori con il 16,8% di share, circa il triplo della media di rete, più del doppio di Canale 5 che ha trasmesso lo speciale del Tg5 (1.685.000 con il 7,3%). Uno speciale però necessario e doveroso per tutelare l’immagine dell’azienda dopo le performance discusse e deludenti di Live-Non è la D’Urso. Così Harry Potter vince la serata e supera il film tv in prima visione su Rai1 “Permette? Alberto Sordi” (4.2 milioni con il 15,1% di share), lontanissimo dal diretto competitor Pechino Express in onda su Rai2 (2.5 mil con il 9,5%).
I giovani, dicevamo, accorsi in massa: nel target 15-34 anni sfiora il 35% di share, andando oltre il 20% pur considerando la fascia 15-64 anni. Il 23 marzo Harry Potter e il prigioniero di Azkaban aveva già convinto 4.412.000 telespettatori con il 16,3% conquistando ancora una volta la serata, proprio come avvenuto martedì 17 marzo con Harry Potter e la Camera dei Segreti con 4.192.000 con il 16,43% di share. Il giorno precedente, 16 marzo, quello del debutto in replica, aveva comunque incassato 3.690.000 spettatori con il 14,2% nonostante la presenza su Rai1 de Il Commissario Montalbano e la conferenza stampa su tutte le reti del Premier Conte.

Nell’overdose di informazione, spesso ingiustificata, Italia 1 regala leggerezza e si gode i risultati. Mediaset potrebbe, con un piccolo sforzo, rafforzare Canale 5 con il passaggio delle repliche sulla rete ammiraglia, con una campagna ad hoc e la possibilità di sfondare il 20%? Perché se sul fronte informativo l’azienda sembra faticare potrebbe rivendicare l’idea di aver raddoppiato la leggerezza su Canale 5. Per ora la messa in onda proseguirà su Italia1: lunedì 30 marzo con Harry Potter e l’Ordine della Fenice, martedì 31 marzo con Harry Potter e il principe mezzosangue, lunedì 6 e martedì 7 aprile con Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 1 e Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2. La magia funziona.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Pechino Express, le pagelle: Soleil Sorge (campionessa di antipatia) eliminata, voto ‘7’ al deodorante di Miccio

next