La bacchetta del mago questa volta l’ha impugnata Italia 1 che con fiuto e intelligenza ha deciso di programmare in replica, dunque a costo zero, la saga di Harry Potter. E la scuola di Hogwarts sta regalando alla rete diretta da Laura Casarotto ascolti record, sorprendenti e per molti aspetti clamorosi. Il potenziale dei film con Daniel Radcliffe era noto ma ha superato le aspettative permettendo alla rete Mediaset di superare Canale 5 in quattro occasioni e in tre di vincere addirittura la serata. Complice il periodo di reclusione forzata e soprattutto la chiusura delle scuole che permette ai ragazzi di rivedere, magari commentando sui social, le gesta dell’amato maghetto.

Così martedì 24 marzo incollati allo schermo per Harry Potter e il Calice di Fuoco c’erano 4.430.000 telespettatori con il 16,8% di share, circa il triplo della media di rete, più del doppio di Canale 5 che ha trasmesso lo speciale del Tg5 (1.685.000 con il 7,3%). Uno speciale però necessario e doveroso per tutelare l’immagine dell’azienda dopo le performance discusse e deludenti di Live-Non è la D’Urso. Così Harry Potter vince la serata e supera il film tv in prima visione su Rai1 “Permette? Alberto Sordi” (4.2 milioni con il 15,1% di share), lontanissimo dal diretto competitor Pechino Express in onda su Rai2 (2.5 mil con il 9,5%).
I giovani, dicevamo, accorsi in massa: nel target 15-34 anni sfiora il 35% di share, andando oltre il 20% pur considerando la fascia 15-64 anni. Il 23 marzo Harry Potter e il prigioniero di Azkaban aveva già convinto 4.412.000 telespettatori con il 16,3% conquistando ancora una volta la serata, proprio come avvenuto martedì 17 marzo con Harry Potter e la Camera dei Segreti con 4.192.000 con il 16,43% di share. Il giorno precedente, 16 marzo, quello del debutto in replica, aveva comunque incassato 3.690.000 spettatori con il 14,2% nonostante la presenza su Rai1 de Il Commissario Montalbano e la conferenza stampa su tutte le reti del Premier Conte.

Nell’overdose di informazione, spesso ingiustificata, Italia 1 regala leggerezza e si gode i risultati. Mediaset potrebbe, con un piccolo sforzo, rafforzare Canale 5 con il passaggio delle repliche sulla rete ammiraglia, con una campagna ad hoc e la possibilità di sfondare il 20%? Perché se sul fronte informativo l’azienda sembra faticare potrebbe rivendicare l’idea di aver raddoppiato la leggerezza su Canale 5. Per ora la messa in onda proseguirà su Italia1: lunedì 30 marzo con Harry Potter e l’Ordine della Fenice, martedì 31 marzo con Harry Potter e il principe mezzosangue, lunedì 6 e martedì 7 aprile con Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 1 e Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2. La magia funziona.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Successivo

Pechino Express, le pagelle: Soleil Sorge (campionessa di antipatia) eliminata, voto ‘7’ al deodorante di Miccio

next