Come già scritto nei giorni scorsi, Un Posto al Sole, la soap dei record per numero di puntate e spettatori affezionati, ha interrotto le riprese. “Non è mai successo prima d’ora, non c’eravamo mai fermati. Abbiamo tirato avanti fino a ieri, lavorando in totale sicurezza con la troupe ridotta che ha indossato le mascherine e rispettato la distanza di sicurezza – ha spiegato l’attore Patrizio Rispo a Today – Abbiamo tolto le scene che prevedevano baci, abbracci e contatti ravvicinati, così da chiudere i blocchi che garantissero la messa in onda. Poi però è stato inevitabile interrompere le riprese: anche per dare un esempio, non potevamo continuare”. Quando l’attore dice “ieri” si riferisce al 13 marzo, data in cui sono state sospese le riprese. E Rispo ha aggiunto: “Molti telespettatori mi chiedono come mai nelle puntate in onda in questi giorni non si parli del Coronavirus. Noi abbiamo un magazzino di un mese di anticipo che serve proprio in emergenza, a Natale o a Ferragosto. E ora ci è servito… Le puntate nuove girate circa un mese fa coprono fino al 10 aprile. Quando riprenderemo, spero al più presto, credo che se ne parlerà come una cosa passata. Ora gli sceneggiatori scrivono da casa, sono pronti a rimediare a quanto scombussolato. Speriamo di riprendere quanto prima”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, “il conduttore del Tg1 Francesco Giorgino in isolamento”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, il videomessaggio di Ellen Pompeo di Grey’s Anatomy a dottori e infermieri: “Vi vogliamo bene”

next