Far parte di una maggioranza nuova con Italia Viva e Lega? No. Sono necessarie chiarezza e proposte molto serie e coerenti per riprendersi da una crisi che peraltro sta arrivando in maniera molto pesante. Questa maggioranza ha davanti a sé un progetto, ma se questo progetto non si riesce a realizzare, bisogna prenderne atto e ridare la parola agli italiani“. Così, ai microfoni di “24 Mattino”, su Radio24, il presidente dei deputati del Pd, Graziano Delrio, risponde ai giornalisti Maria Latella e Simone Spetia, che gli chiedono la disponibilità dei dem a far cadere il governo Conte Due e a costituire una nuova maggioranza.

Fare pasticci o ammucchiate – spiega – non mi pare esattamente il caso. Certamente non siamo disponibili a fare maggioranze con la Lega. Non avrebbe nessun senso, perché abbiamo troppe idee diverse su troppi campi. La guerriglia di Italia Viva dentro il governo? Credo che faccia danno all’immagine e all’efficienza del governo. Quanto andranno avanti questi continui distinguo? Dipende da Italia Viva, è una domanda che bisogna fare a loro. Spero che i toni che si sono raggiunti in questo periodo sulla prescrizione e su altro non siano mantenuti, perché penso che anche quelli di Italia Viva non trarranno nessun beneficio da queste continue discussioni”.

E aggiunge: “Quando una squadra gioca a qualsiasi sport, nessuno dei giocatori si intesta la vittoria di una partita, ma tutti dicono che è merito del gioco di squadra. Quando c’è qualcuno che vuole troppo attribuirsi i meriti, alla fine lo spogliatoio non tiene più. Questa è la situazione in cui siamo. Non voglio e non oso pensare che queste distinzioni siano per problemi di visibilità. Mi auguro che esistano semplicemente per aiutare la discussione”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Prescrizione, Renzi a IlFattoQuotidiano.it: “Le ministre di Italia viva salteranno il voto in Cdm. Il compromesso con il M5s? Potrà arrivare”

next
Articolo Successivo

Conte: “Italia viva fa opposizione maleducata. Non accettiamo ricatti”. Renzi: “Vuole cambiare maggioranza? Lo faccia”. Telefonata premier-Quirinale

next