Che Benigni ci dobbiamo aspettare? Non lo sappiamo. Divina commedia o monologo “alla vecchia”, quello de “La mona, la topa, la sorca, la patonza, la gnocca, la gattina, la passerottina, la fisarmonica, la vagina”? Politica e sberleffo o alta cultura? Nasci incendiario e muori pompiere? Domande che alcuni si fanno, quando c’è di mezzo Roberto Benigni, superospite di Sanremo 2020. Solo Fiorello e Amadeus lo sanno. Molto si è parlato dei suoi 300 mila euro di cachet, mai confermati. Quel che è certo è che nel Sanremo dei “grandi ritorni”, riportare il premio Oscar come miglior attore e miglior film straniero con la Vita è Bella (1999) sul palco è stato l’ennesimo ‘colpaccio’ messo a segno dalla diabolica e fantastica coppia Fiore-Ama. “Quando mi dicono Sanremo per me è come dire Pinocchio, è una favola, è il 70esimo anniversario, è la festa degli italiani più bella, è veramente una favola! Sarà un Sanremo straordinario“, ha detto durante un’intervista a Che Tempo Che Fa. E Roberto al Festivàl c’è stato diverse volte. Nel 1980 lo ha addirittura condotto insieme a Claudio Cecchetto e Olimpia Carlisi. Momenti di quella edizione rimasti nella storia della tv, anche per le polemiche suscitate, il lungo bacio del comico toscano alla Carlisi e quel “Wojtylaccione”, riferito al Papa. Incendiario o pompiere? Mancano poche ore per scoprirlo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2020, Junior Cally sul palco con i Viito. Il duo che canta “L’industria del porno”

next
Articolo Successivo

Sanremo 2020, sul palco con Elodie c’è Aeham Ahmad: ecco chi è il pianista siriano in fuga dalla guerra

next