Cos’è il “casting delle Lenzuola”? Chiedetelo a Wanda Nara. Durante la prima puntata del Grande Fratello Vip 4, l’opinionista argentina ha spiazzato tutti facendo una domanda decisamente ambigua al concorrente Andrea Denver, 28enne tutto muscoli che da Verona è “fuggito” in America per fare il modello. “Wanda, te gusta Andrea?”, ha chiesto il conduttore Alfonso Signorini alla moglie di Maurito Icardi.

“Beh, è un bell’uomo, ma penso che l’hai scelto tu, non io. Chi l’ha scelto?”, ha scherzato Wanda. “In Argentina si dice ‘Casting Sábana’, sarebbe il ‘Casting delle Lenzuola’. Vorrei sapere da che lenzuola è passato…”, ha provato a chiedere al concorrente prima del suo ingresso nella casa di Cinecittà. Ma complice l’emozione e l’italiano traballante dell’opinionista, il conduttore non ha afferrato la provocazione della sua opinionista e ha girato la domanda a Denver: “Andrea, vuoi rispondere? Che scuola hai fatto?”. Il modello ha risposto di aver fatto il liceo classico e di essersi laureato in scienze della comunicazione. Tutto bello, ma la domanda era decisamente un’altra.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Teodosio Losito, a un anno dalla scomparsa dello sceneggiatore una lettura del suo modo unico (amato o odiato) di fare televisione

next
Articolo Successivo

Chi l’ha Visto si occupa della sparizione di Luigi Mario Favoloso. Sciarelli: “Sua madre ha fatto denuncia ma non ha voluto parlare con noi”

next