Voleva entrare a tutti costi a una festa di Capodanno per bambini insieme al figlio di 39 anni, tanto da malmenare l’addetto alla sicurezza che ha provato a fermarli. È successo a Rod Stewart, cantante inglese da 100 milioni di dischi venduti in tutto il mondo. Domani la popstar dovrà comparire domani in un tribunale di Palm Beach, in Florida, con l’accusa di percosse.

Secondo un rapporto della polizia diffuso dai media statunitensi il cantante di Maggie May, 74 anni, si trovava con la sua famiglia al Breakers Hotel di Palm Beach per festeggiare il Capodanno, quando gli è stato negato l’accesso a una festa in una zona del resort riservata ai bambini. Quando un addetto alla sicurezza ha provato a fermare il figlio Sean, il cantante lo ha colpito con un pugno. Dopo avrebbe chiesto scusa. Contro il cantante è stata formulata un’accusa relativamente lieve, quella di percosse, un reato minore generalmente punibile con una semplice multa. A decidere sarà comunque, domani, il tribunale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Clementino, si indaga su una frase del rapper sulla marijuana. La polizia: “Lanciava cartine dal palco”. Il sindaco sospende il cachet

next
Articolo Successivo

Vogue, in edicola un numero speciale senza foto per aiutare l’ambiente. All’interno solo disegni: tra gli illustratori anche Milo Manara

next