Nella zona portuale di Alghero la sera del 31 dicembre si esibirà Emis Killa, Frankie Hi-nrg mc, invece, sarà in piazza Grande ad Arezzo, Verona in piazza Brà accoglierà ancora una volta l’animazione di Rtl 102.5 e la vincitrice dell’ultimo “X Factor”, Sofia Tornambene. Irene Grandi e i Negrita sono attesi in piazza Amendola a Salerno, mentre Elio e le storie tese si esibiranno in piazza Maria Immacolata a Taranto. È stato annunciato Vinicio Capossela come star per la festa in piazza Yenne a Cagliari. Se Max Gazzè suonerà in piazza Duomo a Catania a Prato della Valle a Padova sarà protagonista Fabri Fibra. Invece Genova si scalderà in piazza de Ferrari con Gabry Ponte, i Boomdabash e Giusy Ferreri. Saranno i Subsonica ad accendere piazza Sordello di Mantova. In piazza Vittorio Veneto a Matera ci saranno Federico Zampaglione con i Tiromancino, mentre Lo Stato Sociale, Coma_Cose e M¥ss Keta faranno ballare piazza Duomo a Milano.

Stefano Bollani e Daniele Silvestri sono attesi in piazza del Plebiscito a Napoli, mentre la superstar del Capodanno di Olbia, al Molo Brin, sarà Elisa. In piazza Giulio Cesare di Palermo ci sarà Mario Biondi, mentre a Parma in piazza Garibaldi saliranno i due amici ed ex colleghi dei Bluvertigo, Andy e Morgan. Gli Stadio sono in cartellone in piazza della Rinascita a Pescara. A Pontedera attesi più artisti: in piazza Martiri della Libertà si esibiranno Patty Pravo, Mietta, Alessio Bernabei e Le Deva. Mentre in piazza Martiri del 7 luglio di Reggio Emilia arriverà Nina Zilli. Cresce l’attesa a Rimini in piazza Fellini per l’esibizione di Coez. Nella capitale, a Roma, al Circo Massimo ci saranno Skin degli Skunk Anansie e Carmen Consoli.

Infine saranno due le piazze “televisive” quest’anno: piazza Libertà a Bari sarà occupata da “Capodanno in musica” di Canale 5 con Federica Panicucci, mentre in piazza Mario Pagano a Potenza si svolgerà “L’anno che verrà” su Rai Uno con Amadeus.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Botti di Capodanno 2020, ecco le 10 cose da fare secondo i veterinari per proteggere cani e gatti

next
Articolo Successivo

Sebastián Ferrat, muore a 41 anni l’attore colpito da un batterio killer nella carne di maiale

next