Le deputate turche del partito repubblicano Chp, oppositore del governo di Erdogan, hanno intonato nell’aula del Parlamento “El violador eres tú“, lo stupratore sei tu, il canto femminista nato in Cile e ora diffuso in tutto il mondo (in Italia è stato adottato dal movimento Non una di meno). Le donne hanno indossato il foulard viola al collo e hanno alzato le foto con i volti di alcune donne turche vittime di femminicidio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Finlandia, leader populista estone offende la premier Sanna Marin: “È una commessa”

next
Articolo Successivo

Francia, tredicesimo giorno di sciopero. I sindacati manomettono la rete elettrica a Lione e nella Gironda: 90mila case senza luce

next