Una foto postata nel giorno della scomparsa della suocera, con una lunga spiegazione sul perché non avrebbe potuto essere presente al funerale. Romina Power ha definito la madre di Al Bano, Jolanda, una “delle persone che più ha amato in vita”: “Avevo programmato di passare il compleanno di mamma Yolanda insieme a lei, il 1 gennaio. Ma il suo funerale oggi, no. Sono vari i motivi per cui mi trovo impossibilitata a recarmi oggi a Cellino ed unirmi alla famiglia nella solenne funzione. Una delle quali il non poter camminare. E questo momento di grande dolore preferisco viverlo in privato. Ognuno vive il proprio dolore a modo suo. Ciò non significa che io la ami di meno, essendo lei una delle persone che ho amato di più nella mia vita! Mi unisco comunque spiritualmente agli abitanti di Cellino, alla famiglia, ai miei figli e sopratutto ad Albano che è stato un figlio amorevole ed esemplare. E passerò comunque con lei queste due date importanti pregando e meditando affinché abbia una favorevole reincarnazione”. Queste le parole di Romina. Che oggi ricorda Jolanda con un altro post: “Ricordi fermi nel tempo“, scrive a commento di una foto che la ritrae insieme alla nonna e a una delle figlie.

Visualizza questo post su Instagram

Ricordi fermi nel tempo ????

Un post condiviso da Romina Power (@rominaspower) in data:

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sanremo 2020, tutte le ipotesi in campo: dieci donne per Amadeus (poco probabile la Toffanin), il ruolo di Fiorello e i “no” già arrivati

next
Articolo Successivo

Mauro Repetto, dove si trova oggi e cosa fa “il ballerino” degli 883? Max Pezzali lo chiama a San Siro

next