PER AMADEUS ARRIVANO DIECI DONNE, DUE OGNI SERA SUL PALCO

Baglioni ne aveva scelta una, Conti era arrivato a tre mentre Amadeus ha deciso di fare le cose in grande. Il conduttore e direttore artistico, stando a quanto riporta il Corriere della Sera, ha deciso di puntare su dieci donne. Due ogni sera sul palco dell’Ariston: attrici, giornaliste, conduttrici e non solo. La premessa è d’obbligo, al momento non ci sarebbero firme e certezze. Solo rumors, appunto. Da Antonella Clerici a Simona Ventura, per garantire la presenza delle ex conduttici del Festival, ma anche Diletta Leotta mentre non dovrebbe arrivare in Riviera Chiara Ferragni. Sembrano elevate le possibilità di vedere per una sera Vanessa Incontrada ma anche Georgina Rodriguez, compagna del calciatore Cristiano Ronaldo. C’è poi il sogno Monica Bellucci che ci sta pensando: “Mi hanno fatto una proposta molto carina, ma bisogna vedere i tempi: ci sono gli impegni di lavoro e soprattutto le mie bambine”. Secondo Repubblica Amadeus sarebbe volato a Parigi per convincerla ottenendo per ora un “ni”. Alla lista, Il Secolo XIX, aggiunge anche la presenza in coppia delle giornaliste del Tg1 Emma D’Aquino e Laura Chimenti. Ma c’è chi assicura che nei prossimi giorni sul fronte femminile arriveranno sorprese.

SILVIA TOFFANIN PROBABILMENTE NON CI SARA’

Fonti vicine alla Rai fanno sapere che già alcuni mesi fa ci sono stati dei contatti con la conduttrice di Verissimo, in questi giorni data per “certa” da alcuni siti sul palco dell’Ariston. La Toffanin non avrebbe accettato in modo definitivo una coconduzione con Amadeus. D’altronde il volto di Canale5 ha scelto più volte di dire “no” a programmi importanti perché non ama la sovraesposizione mediatica. La vedremo in riviera? Poco probabile.

IL RUOLO DI FERRO E’ UN REBUS, NO DI MADONNA E LADY GAGA. L’IPOTESI ROBERTO BENIGNI

L’ipotesi Tiziano Ferro come coconduttore del Festival di Sanremo era circolata nelle scorse settimane, prontamente smentita dal suo manager Fabrizio Giannini. “Ci vediamo dal Santo“, ha detto a VivaRaiPlay rivolgendosi a Fiorello. La presenza del cantante di Latina come ospite sembra cosa fatta ma per Repubblica e Il Secolo XIX la sua presenza per tutte e cinque le sere, non per forza come coconduttore, non sarebbe da escludere. Sul fronte ospite sarebbero sfumati i sogni Madonna e Lady Gaga mentre le trattative per avere l’attrice Meryl Streep sarebbero in corso. Per celebrare al meglio i 70 anni si starebbe cercando di convincere il premio Oscar Roberto Benigni, scrive Repubblica. Tra gli ospiti certi anche il cantante internazionale Lewis Capaldi e Lorenzo Jovanotti.

RAIPLAY PROTAGONISTA: DAL QUESTION TIME ALL’EDICOLA DI FIORELLO AL NUOVO DOPOFESTIVAL

La 70° edizione del Festival vedrà RaiPlay al centro della scena, sulla piattaforma web sarà trasmesso il “Question Time” con le conferenze stampa quotidiane con la conduzione della giornalista del Tg1 Emma D’Aquino. Come già annunciato il DopoFestival lascerà Rai1 per trasferirsi su RaiPlay con un nuovo titolo, L’AltroFestival, ma soprattutto con una struttura più smart e low cost con Nicola Savino. Se, come annunciato nei mesi scorsi, la presenza di Fiorello a Sanremo per sostenere al debutto l’amico Amadeus è cosa nota il Corriere della Sera fa sapere che per l’intera settimana lo showman siciliano avrà un altro impegno collaterale. Stiamo parlando dell’Edicola Fiore che dovrebbe andare in onda tutte le mattine su RaiPlay da una struttura situata di fronte al teatro Ariston.

I 22 BIG SARANNO SVELATI IL 6 GENNAIO

Saranno ventidue i big a salire sul palco dell’Ariston dal prossimo 4 febbraio, i nomi saranno svelati il prossimo 6 gennaio in una puntata speciale dei Soliti Ignoti dove gli artisti saranno presenti fisicamente in studio. Da ormai settimane continua il totonomi: Albano (ma senza Romina Power), Achille Lauro, Anastasio, Michele Bravi, Francesco Gabbani, Marco Masini, Irene Grandi, Piero Pelù, Noemi, Samuele Bersani, Levante, Elodie, Michele Zarrillo, Alberto Urso, Le Vibrazioni, Enrico Ruggeri e molti altri.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Gesù gay deciso a salvare il mondo. Dio innamorato fradicio di Maria: la storia che crea caos in Brasile (disponibile su Netflix)

next
Articolo Successivo

Romina Power e i post per la suocera Jolanda: “Spero abbia una favorevole reincarnazione. L’ho amata tanto”

next