Si è fatta le scarpe da sola con bende e gesso. E ha anche disegnato il famoso logo Nike, quel “baffo” così riconoscibile. La sua famiglia non poteva permettersi di comprarle scarpe vere ma Rhea Bullos non si è arresa. E a undici anni, con quelle scarpe improvvisate, ha vinto tre medaglie d’oro ai campionati studenteschi di atletica leggera. E’ accaduto a Balasan nelle Filippine: a condividere la foto di Rhea è stato il suo allenatore, Predirick B. Valenzuela. Una foto che ha fatto il giro dei social di tutto il mondo: la determinazione e la forza della ragazzina hanno davvero conquistato il cuore di tutti. Ed è scattata una catena di solidarietà per comprare delle vere scarpe a Rhea.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Clinica veterinaria confonde i numeri di telefono di due padroni: soppresso il cane sbagliato. La padrona: “Sono andata fuori di testa”

next
Articolo Successivo

Si tuffa nel lago per salvare i suoi cani: gli animali si salvano, il padrone annega

next