Si è fatta le scarpe da sola con bende e gesso. E ha anche disegnato il famoso logo Nike, quel “baffo” così riconoscibile. La sua famiglia non poteva permettersi di comprarle scarpe vere ma Rhea Bullos non si è arresa. E a undici anni, con quelle scarpe improvvisate, ha vinto tre medaglie d’oro ai campionati studenteschi di atletica leggera. E’ accaduto a Balasan nelle Filippine: a condividere la foto di Rhea è stato il suo allenatore, Predirick B. Valenzuela. Una foto che ha fatto il giro dei social di tutto il mondo: la determinazione e la forza della ragazzina hanno davvero conquistato il cuore di tutti. Ed è scattata una catena di solidarietà per comprare delle vere scarpe a Rhea.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Clinica veterinaria confonde i numeri di telefono di due padroni: soppresso il cane sbagliato. La padrona: “Sono andata fuori di testa”

next
Articolo Successivo

Si tuffa nel lago per salvare i suoi cani: gli animali si salvano, il padrone annega

next