Mancano solo le firme per l’arrivo ufficiale di Rino Gattuso sulla panchina del Napoli, dopo l’esonero di Carlo Ancelotti. L’ex Milan è atteso in giornata in città dove incontrerà il presidente, Aurelio De Laurentiis, per mettere la firma sul contratto e scendere in campo per il primo allenamento alle 14. E tra le richieste di Ringhio, per cui è pronto un accordo per 18 mesi con un ingaggio da 2,6 milioni di euro, c’è anche quella di un maxi-premio in caso di qualificazione Champions, come rivela Il Mattino.

Un obiettivo distante in classifica, visto che gli azzurri si trovano al settimo posto in classifica, a otto punti dal Cagliari, quarto. Ma se la corsa al piazzamento europeo appare in salita, un altro ostacolo che Gattuso dovrà affrontare e superare sarà quello di ricompattare lo spogliatoio e fare da mediatore nella riappacificazione con la società, dopo le tensioni createsi nelle scorse settimane a causa del rifiuto di giocatori e, inizialmente, allenatore di prendere parte al ritiro ordinato da Adl.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Daspo per 115 ultras: colpito tutto il gruppo dei Torino Hooligans, altri 40 provvedimenti tra tifosi di Napoli e Inter

next
Articolo Successivo

Napoli, la “desarrizzazione” fallita di Ancelotti: dal 4-4-2 e gli allenamenti “troppo scolastici” agli scontri con la società e il definitivo addio

next