Ai funerali di Nadia Toffa a Brescia il 16 agosto, tre giorni dopo la sua morte, Ilary Blasi non era presente. La conduttrice, sua collega per anni a Le Iene, non aveva presenziato nemmeno alla prima puntata della trasmissione a lei dedicata. Il 1 ottobre in studio su Italia 1 erano arrivate cento iene per abbracciare l’amica e la collega, sui social erano piovute critiche verso la signora Totti: “Non ero presente alla prima del programma dopo la morte di Nadia Toffa perché ero a Londra, un viaggio che avevo prenotato per il lavoro di Francesco. Mi hanno chiamato quando ero già partita”, ha dichiarato al settimanale F.

Un programma che ha condotto per undici anni e che ha deciso di lasciare la scorsa stagione: “Oggi quando guardo il programma mi fa effetto vedere lo studio dove sono cresciuta, però, a volte, bisogna avere il coraggio di prendere decisioni per smuovere le cose. Mi piace l’idea di mettermi in gioco. Certo non potrò farlo per sempre, così come non so se continuerò a fare questo lavoro. Il marito non lo cambio ma tutto il resto sì”, ha aggiunto nel corso dell’intervista.

La Blasi ha scelto di dire addio anche al Grande Fratello Vip, in autunno ha condotto con poco successo Eurogames mentre da settimane si parla di una fantomatica sitcom dal titolo Casa Totti: “È un’idea carina, ma abbiamo girato solo una cosa tra di noi, insomma poco o nulla. Al lavoro penserò dopo Natale, la mia festa preferita”. Si dedica, per ora, completamente alla sua famiglia: “Per quanto faticoso possa essere un mestiere, non è mai difficile come stare a casa dietro a tre figli, credete a me. Le mie presenze a Londra? Viaggio sia per lavoro che per piacere. Sto valutando due nuovi progetti, in realtà in questo momento della mia vita sto facendo la mamma a tempo pieno, il lavoro più difficile del mondo. Ho tre figli, Cristian, Chanel e Isabel, ognuno di un’età diversa, le mie giornate ruotano intorno a loro”.

“Tutti lo immaginano seduto sul divano, ma non è così. Sono solo cambiati gli orari. Ora fa altro, ma non a casa. Magari ci stesse, gli avrei già ‘mollato’ tutti e tre i ragazzini”, ha aggiunto la Blasi parlando dell’ex calciatore della Roma. Solo qualche giorno fa Totti si è lasciato andare a una vera e propria dichiarazione d’amore nei confronti della moglie: “Ilary per me è tutto. Mi ha fatto crescere, capire tante cose, mi ha datto tre perle. Io devo tutto a Ilary, lei è il mio braccio sinistro. Il quarto figlio? Da solo no, ma sto riuscendo a portarla in quella strada. Devo trovare il momento giusto.”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Serena Grandi lancia un appello a Matteo Salvini: “Voglio entrare in politica e occuparmi di politiche sociali”

next
Articolo Successivo

Amber Luke, la “donna drago” a Live Non è la D’Urso: 200 tatuaggi (anche sui bulbi oculari) e varie operazioni chirurgiche. Lei: “Ora sono felice”

next