Serena Grandi sogna una discesa in campo e lancia un appello a Matteo Salvini. L’attrice, volto della commedia sexy degli anni ottanta e novanta, non nasconde le sue simpatie per il partito leghista: “Entrare in politica? Perché no. Sicuramente con la Lega. Anzi faccio un appello a Salvini. Vorrei occuparmi di politiche sociali, soprattutto in difesa delle donne”, ha dichiarato all’Adnkronos Serena Faggioli, vero nome della pin up che ha fatto innamorare i maschi italiani.

Oggi la Grandi ha 61 anni è spesso in tv nel ruolo di opinionista in Rai e a Mediaset, proprio su Canale 5 nel 2017 ha partecipato alla seconda edizione del Grande Fratello Vip mentre quattro anni prima, nel 2013, era tornata alla ribalta grazie a un ruolo nel film “La grande bellezza“, pellicola di Paolo Sorrentino che si è aggiudicata il premio Oscar.

“Purtroppo l’Italia non ha soldi per il cinema e il teatro. Sono molto fiera di Preludio, un cortometraggio contro il femminicidio a cui ho partecipato e che ha come voce narrante Isabella Rossellini. Inoltre sto allestendo un blog che si chiama ‘Scarpe rosse insieme cambieremo le leggi’ che tratta argomenti come lo stalking e la violenza sulle donne. Quello di cui vorrei occuparmi infatti è di politiche sociali”, ha aggiunto l’attrice che si è anche espressa sulle prossima elezioni regionali in Emilia Romagna, è nata a Bologna ma residente a Rimini.

Il prossimo 26 gennaio la Grandi sosterrà la candidata della Lega Lucia Borgonzoni: “Credo nella Borgonzoni, credo nelle donne. Secondo me ce la faremo mentre Bonaccini no. Con l’attuale amministrazione le cose non vanno assolutamente bene, c’è bisogno di un cambiamento”, ha aggiunto in attesa di una risposta dal leader della Lega Matteo Salvini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Pete Frates, è morto a 34 anni l’inventore dell’Ice Bucket Challenge contro la Sla

next
Articolo Successivo

Ilary Blasi: “Ecco perché non c’ero né ai funerali di Nadia Toffa né al suo tributo de Le Iene”

next