La sentenza è stata più severa di quanto richiesto dalla pubblica accusa. E così all’uomo che ha raggirato e truffato Corrado Guzzanti per anni causando all’artista circa 900mila euro di debiti con il fisco sono stati inflitti 3 anni. L’ex manager Terenzio Valerio Trigona è stato riconosciuto colpevole dal giudice monocratico di Roma. La procura aveva chiesto una condanna a 2 anni.

Il tribunale ha, inoltre, disposto una provvisionale immediatamente esecutiva di 500mila euro in favore dell’attore. Assolto per “non avere commesso il fatto”, Cesare Vecchio, collaboratore di Trigona. “Sono contento di potermi mettere finalmente questa storia alle spalle e riprendere, un po’ zoppicando, il mio percorso professionale” ha commentato Corrado Guzzanti, difeso dall’avvocato Giuseppe Rosso De Vita.”È una soddisfazione morale da parte mia, non fosse altro per scoraggiare comportamenti simili perché molti altri miei colleghi, che non hanno denunciato, sono stati truffati da commercialisti e manager“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Morto Jack Burns, addio al nuovo “Billy Elliot”: star della tv e del balletto, aveva 14 anni

next
Articolo Successivo

Michele Bravi ospite di Fiorello a “Viva Raiplay”: “Grazie, per me è importante essere qua”

next