Ho comprato un loculo, anzi due. Non dipende da come sono fatta io ma dalle nostre origini a Fiano Romano. Ci hanno responsabilizzato fin da giovani che la vita è una e quindi a vent’anni, su consiglio dei miei, mi sono comprata un fornetto. Sì, la mia prima spesa è stata un loculo. Noi siamo persone previdenti!”. A fare l’inquietante rivelazione è stata Sabrina Ferilli che, nell’ultima puntata di Tu si que vales, dopo aver riabbracciato suo cugino, si è lasciata andare ai ricordi del passato e ha raccontato questo aneddoto. “L’ho preso anche per il mio primo marito, poi mi sono separata e mi è rimasto vuoto. Ho due loculi! Purtroppo se non trovo qualcuno che viene con me passerò il resto della vita con un estraneo”, ha spiegato la Ferilli.

Poco prima c’erano stati momenti di forte emozione, quando sul palco dello show del sabato sera di Canale 5 era salito suo cugino Ennio, che fa parte della Piccola orchestra di Fiano Romano, paese d’origine dell’attrice romana. “Ma è mio cugino Ennio!”, ha esclamato Sabrina Ferilli visibilmente sorpresa quando lo ha visto sul palco, mentre le si inumidivano gli occhi. “Lui è figlio di mio zio Aldo, che aveva una ferramenta e mi ha insegnato un sacco di cose su viti, chiodi, bulloni”, ha spiegato. Poi si è esibita con lui insieme all’orchestra sulle note di Roma nun fa’ la stupida stasera, il celeberrimo brano di Lando Fiorini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Amici 19, Rudy Zerbi contro tre cantanti: “Orribili come un mostro a tre teste”. Maria De Filippi accusa Alessandra Celentano: “Forse…”

next
Articolo Successivo

Domenica In, Roby Facchinetti ringrazia Don Mazzi e si commuove: “Quando mia moglie è stata operata, quando mia figlia stava male…tu ci sei sempre stato”

next