“Mi sto curando”. Ha risposto così, brevemente, Marcello Dell’Utri, entrando alle 15.20 nello studio del suo avvocato a Milano. Dell’Utri, manager ed ex braccio destro di Silvio Berlusconi, questa mattina ha ricevuto l’atto di scarcerazione. Era stato condannato a 7 anni per concorso in associazione mafiosa dal Tribunale di Palermo e dal luglio 2018 aveva ottenuto gli arresti domiciliari per motivi di salute. Nel processo sulla trattativa Stato-mafia è stato condannato, in primo grado, a 12 anni di reclusione

Ai domiciliari risiedeva in una delle torri del complesso residenziale realizzato negli anni ’70 da Berlusconi, di cui Dell’Utri era stretto collaboratore e con cui una ventina d’anni più tardi avrebbe fondato Forza Italia. Un complesso di palazzi di colore rosso mattone con appartamenti da 300 metri quadrati in su, non lontano dall’ospedale San Raffaele, immerso in un parco silenzioso, ricco di pini e siepi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Venezia, si alzano le dighe del Mose contro l’acqua alta: le immagini delle prove generali

next
Articolo Successivo

Emanuele Castrucci, indagine per propaganda e istigazione per discriminazione razziale aggravata dal negazionismo

next