Ivana Trump, l’ex moglie del presidente Usa Donald Trump, è stata ospite dell’ultima puntata di Live non è la D’Urso assieme al secondo marito Rossano Rubicondi per raccontarsi e parlare dei suoi matrimoni con il tycoon e l’ex modello con cui, nonostante i 23 anni di differenza, ha avuto un grande amore. “Dico sempre che preferisco essere la baby sitter che la badante”, ha detto riferendosi alla differenza d’età tra lei e i suoi due mariti.

Nonostante il matrimonio con Rossano sia arrivato al capolinea, i due sono ancora molto legati come ha confermato lui stesso: “La fiamma c’è sempre stata, sono 20 anni che succedono tragedie d’affetto e d’amore. Ivana è famiglia e forse si ritornerà insieme, forse ci risposiamo“. Qualche mese fa Rossano Rubicondi si era scagliato contro figli di Ivana e Donald Trump, giudicandoli “spazzatura” e “feccia del genere umano” e Barbara D’Urso le ha chiesto di commentare queste affermazioni: “Non mi è piaciuto assolutamente, a nessuna madre piacerebbe una cosa del genere quando i propri figli vengono attaccati, quindi disapprovo, ma le persone quando sono arrabbiate o si separano possono dire tante cose, è stato un suo errore. I miei figli sono straordinari”.

Poi, rispondendo alle domande degli “sferati”, ha detto la sua sull’attuale moglie di Donald Trump, Melania: “Io sono la prima Trump, lei la prima first lady”, ma quando anche Barbara D’Urso ha ribadito la domanda, non si è tirata indietro e ha lanciato una stoccata:”E’ bellissima ma non fa niente. Saluta, indossa bei vestiti, scende dalla scaletta dell’aereo e poi sparisce“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Che tempo che fa, la gaffe di Fabio Fazio non passa inosservata: “La Tosca di…”. Il conduttore costretto a scusarsi in diretta

prev
Articolo Successivo

Live non è la D’Urso, Selvaggia Roma e la pancia “come i bambini africani”: “Chiedo scusa per la mia leggerezza”

next