Dopo l’ondata di maltempo che ha messo in ginocchio Venezia, sui social sono apparsi insulti nei confronti dei veneti. Così il presidente della Regione, Luca Zaia, ha annunciato di voler querelare le persone che “ci hanno augurato di annegare nell’acqua alta. È ora di finirla di accettare tutto mentre lavoriamo in silenzio. Chi scrive certe cose non ha diritto nemmeno di avere la carta d’identità in tasca”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giustizia, Bonafede: “Via libera alla riforma del processo civile. Prescrizione? Due proposte per venire incontro alle altre forze di governo”

next
Articolo Successivo

Liliana Segre è vittima di un revisionismo malato. Ma con gli orrori del passato non si può giocare

next