“Credo che quelli che hanno insultato la famiglia Cucchi dovrebbero chiedere scusa dopo la sentenza di condanna”. Lo ha detto il capo della Polizia Franco Gabrielli a margine dell’inaugurazione, al commissariato di Scampia, della stanza di ascolto per donne vittime di violenza. “I familiari di una vittima hanno il diritto di chiedere giustizia. E non chiedono niente di più di quello che uno Stato dovrebbe garantire. Purtroppo queste vicende a volte si colorano di strumentalizzazioni, interpretazioni. E a volte le stesse intenzioni dei familiari vengono equivocate e strumentalizzate. Certo, questa è una sentenza che dovrà passare al vaglio di un appello e della Cassazione. Ci vedo sempre un approccio manicheo. Ho imparato che il mondo non è fatto solo di bianco e nero ma di tanti grigi e che spesso le cose sono un po’ più complesse. Tutti quelli che hanno espresso giudizi avventati dovrebbero riflettere. Essendo però un giudizio di primo grado anche un’enfasi esattamente contraria dovrebbe essere contenuta”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Milano, corruzione all’Ortomercato: arrestati due imprenditori e il direttore generale della Sogemi

prev
Articolo Successivo

Genova, muore di meningite fulminante a 27 anni. I medici: “Il batterio l’ha uccisa in sei ore”. Avviata profilassi per amici e parenti

next