Gerry Scotti, volto di punta del Biscione, contro Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5. Non un attacco frontale per esclusioni eccellenti, nemmeno vecchie ruggini per chiusure anticipate o sposamenti in palinsesti. Nessuna litigata dietro le quinte ma una presa in giro che diventa una notizia. Il conduttore, seppur con tono scherzoso, ha attaccato la linea comunicativa del dirigente che da molti mesi si distingue per i suoi tono eccessivi e per l’entusiasmo ingiustificato anche di fronte ad ascolti non esaltanti, per non dire flop.

“Per una volta ho molto apprezzato il comunicato stampa di Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5, dove ha parlato di show iconoclasta e visionario“, dice Scotti riferendosi ad Adrian, dove ha presenziato al debutto, per poi aggiungere: “Di solito, invece, i comunicati di Scheri sono scritti col cicllostile (lo afferma ridendo, ndr), sbianchetta solo i vari nomi dei programmi e dei conduttori dicendo però sempre le stese cose“, si legge sul quotidiano Italia Oggi. La comuncazione di Scheri ha generato dubbi tra gli addetti ai lavori, non risparmiandogli battutine sui social.

Le dichiarazioni di Scotti sono arrivate nel corso di un pranzo con la stampa per il lancio di “Conto alla rovescia“, il nuovo quiz in onda nel preserale di Canale 5 dal 18 novembre: “Ci abbiamo lavorato un anno. L’Italia è bravissima a ideare format. Quest’autunno ho avuto il privilegio di presentare il format al mercato audiovisivo di Cannes. Una bella soddisfazione”. Scotti ha colto l’occasione per ricordare il suo rapporto solido con il presidente Piersilvio Berlusconi: “Ad ogni scadenza di contratto mi dà sempre un foglio in bianco dove mi chiede di indicare la durata e la cifra”.

Il presentatore si gode il successo di “Tu si que vales“, al sabato sera con Maria De Filippi, ma tornerà a inizio 2020 dietro il bancone di “Striscia la notizia” con Michelle Hunziker. Non solo, perché dopo “Conto alla rovescia”, per restare in tema quiz, tornerà su Canale 5 una nuova stagione di “Chi vuol essere Milionario?”: “Ora stiamo pensando di rilanciare il Milionario mettendolo in palinsesto tutti gli anni, con una programmazione costante, ma senza esagerare come abbiamo fatto in passato”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

X Factor, Davide Rossi incanta coi Queen: ecco l’esibizione da applausi di “Don’t stop me now”

next
Articolo Successivo

Una storia da cantare, Ornella Vanoni sul palco: “Non si sente un ca**o, dai con queste luci”. Il video virale

next