Prima ha sparato, uccidendola, alla vicina di casa, poi, prima di togliersi la vita, ha ferito la moglie, sempre con un colpo di pistola. È successo a Cerignola, in provincia di Foggia, dove Francesco Ciuffrida, un agricoltore di 69 anni ha ucciso Luminita Brocan, rumena di 53 anni, e poi si è tolto la vita. Non si sa se intenzionalmente o per errore, ma prima di suicidarsi l’uomo ha ferito anche la moglie 65enne, Giuseppina Pantone.

La donna è adesso ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di San Giovanni Rotondo. La dinamica, così come il movente, sono ancora in corso di accertamento da parte dei Carabinieri, coordinati nelle indagini dal pubblico ministero, Paola De Martino, della procura della Repubblica di Foggia. Al momento non risulterebbero contrasti tra Ciuffreda e la vittima: “Non risultano pregresse situazioni di contrasto, né all’interno della coppia né di vicinato. Nessuna querela, nessun intervento, nessuna lamentela”, affermano gli inquirenti. Ciuffreda, inoltre, non ha lasciato messaggi o biglietti che facessero presagire quanto accaduto in mattinata.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Roma, uccide a martellate il padre nella sua azienda: 38enne confessa dopo poche ore

prev
Articolo Successivo

Violenza sessuali sulle pazienti, medico radiologo arrestato a Manfredonia

next