Nel monologo di Fratelli Di Crozza – in onda tutti i venerdì in prima serata sul NoveMaurizio Crozza spiega, con la consueta ironia, la “semplicissima” strategia messa a punto dall’Agenzia delle Entrate per combattere l’evasione fiscale: “L’Agenzia delle Entrate ha messo a punto l’arma finale: tre giorni fa è uscito il ‘Regolamento per la Lotteria degli Scontrini’. Tu vai al bar, bevi un caffè, chiedi lo scontrino e con quello puoi vincere tre premi mensili da 10mila, 30mila, 50mila euro e anche un super jackpot alla Befana fino a un milione di euro. Hai capito che mente diabolica l’Agenzia delle Entrate? Per far fare gli scontrini ai commercianti e agli artigiani s’è inventata un morbido strato di gioco d’azzardo che nasconde un cuore fondente di accertamento fiscale”.

Live streaming, episodi completi e clip extra su Dplay.com (http://it.dplay.com/)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Propaganda Live invita a diventare follower del museo di Auschwitz: in poche ore 22mila utenti

next
Articolo Successivo

Fabio Volo e la frase su Fiorello. “Merde farabutti disonesti”: ecco gli insulti pubblici che abbiamo ricevuto dal conduttore per il titolo sbagliato. E la nostra risposta

next