Fortnite ha espulso a vita Jarvis Kaye, youtuber e videogiocatore professionista noto come Jarvis, perché ha “barato” utilizzando un trucco vietato per vincere più facilmente. Kaye, 17enne britannico, fa parte del FaZe Clan, una delle squadre professionistiche di eSports più conosciute, ed è stato accusato da Fortnite di aver usato un software particolare chiamato Aimbot, che migliora la mira durante il gioco consentendo di vincere più facilmente nella modalità di gioco online “Battle Royale”. “Non abbiamo nessuna tolleranza per chi usa trucchi. Quando le persone usano l’Aimbot o altri trucchi per trarre un vantaggio ingiusto, rovinano il gioco a quelli che giocano lealmente”, ha spiegato un portavoce dell’azienda alla Cnn.

Jarvis ha ammesso in un video pubblicato su Youtube di aver utilizzato l’Aimbot e, in lacrime, ha tenuto a precisare di averlo fatto però solo sul suo account secondario e di non averlo mai fatto nelle competizioni ufficiali. Questo però non è bastato a Epic Games, la società che produce Fortnite, che gli ha notificato per la prima volta un’espulsione a vita: fino ad oggi infatti, i provvedimenti di espulsione erano stati tutti temporanei.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili