Un tubino nero, un filo di perle, le strade di New York: bastano pochi dettagli per raccontare un film entrato nel mito, Colazione da Tiffany, dal 1 novembre disponibile nel catalogo della piattaforma di streaming Netflix. Ma il film avrebbe potuto essere molto diverso da come lo conosciamo: con una protagonista bionda, un finale meno romantico e senza il celebre brano Moon River. Dieci cose che (forse) ancora non sapevate sul film di Blake Edwards.

Articolo Precedente

Marco Carta assolto: “È finito un incubo”. Ma la Procura non ci sta e annuncia che farà ricorso

next
Articolo Successivo

Giuliana Castellani morta, addio alla cantante lirica: aveva vinto un concorso di Domenica In con Pippo Baudo

next