Terremoto nella corte del re thailandese Maha Vajiralongkorn. A Bankok non si parla d’altro. Il sovrano, infatti, è scatenatissimo questo mese: ha cacciato diversi collaboratori, guardie, persone che hanno lavorato al suo fianco e persino la consorte. Ovviamente queste operazioni sono state comunicate in tempo reale alla stampa, proprio per dare l’idea di quanto il sovrano sia determinato a dare una svolta definitiva nella vita a corte, all’insegna della fiducia e della lealtà.

Non a caso si parla spesso di allontanamenti dovuti al rapporto di stretto riserbo e fiducia venuto meno da presunte scorrettezze. Nell’ordine: due ufficiali di palazzo, i “guardiani della camera”, sono stati messi alla porta per “adulterio e condotta violenta”. Altri due militari allontanati per “condotta lassista”, durante il loro lavoro. Fino a qualche ora fa con la comunicazione del licenziamento di altri funzionari vicino al re cacciati per “slealtà”.

Lo stesso motivo per cui settimana scorsa la giovanissima consorte reale Sineenat Wongvajirapakdi è stata spogliata del suo grado e dei titoli nobiliari, a pochi mesi dalla concessione delle onorificenze. Si fermerà qui la furia del sovrano Vajiralongkorn? Difficile dirlo. Di certo tutti i componenti della corte scampati (per ora) alle epurazioni, tremano ad ogni movimento del re.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

“George Michael non scriveva le sue canzoni, era sieropositivo e noioso a letto”: i tweet velenosi dell’ex del cantante

next
Articolo Successivo

Amanda Knox avrà una sua rubrica su un giornale: risponderà alle domande dei lettori sulla vita, l’amore e il dolore

next