Nuovi guai giudiziari per l’ex fotografo dei vip Fabrizio Corona, tornato in carcere nel novembre del 2018 dopo che gli è stato prima sospeso e poi revocato l’affidamento terapeutico. Dovrà comparire il prossimo 18 dicembre davanti al gup, in quanto la Procura di Milano ha chiesto per lui il processo per diffamazione per un articolo uscito sul sito web “The King Corona magazine” in cui insinuava un presunto flirt tra il calciatore dell’Inter Marcelo Brozovic e Wanda Nara, la moglie e manager dell’ex attaccante nerazzurro Mauro Icardi, ora al Psg.

Il magazine di Corona azzardava, tra l’altro, anche una separazione nella coppia Nara-Icardi come conseguenza della presunta relazione che Brozovic, tuttavia, aveva subito smentito e, per questo motivo, aveva anche presentato denuncia, assistito dall’avvocato Danilo Buongiorno. Proprio da quella denuncia, poi, è scaturita la richiesta di processo per l’ex agente fotografico e la fissazione dell’udienza preliminare per decidere se mandare a giudizio o meno l’ex re dei paparazzi.

Già a fine settembre si era saputo che il gip di Milano aveva disposto l’iscrizione nel registro degli indagati dei nomi di autori e testate che pubblicarono, nel febbraio scorso, la voce del presunto flirt tra Brozovic e Wanda Nara, in accoglimento dell’opposizione del legale del calciatore, l’avvocato Buongiorno, che chiedeva appunto di proseguire le indagini sul contenuto di un nastro diffuso sul web e nei confronti dei giornali che lo avevano pubblicato. “La notizia – aveva spiegato il legale – ha suscitato la reazione del calciatore che non ha esitato a denunciare in Procura l’accaduto vista la gravità della falsa notizia“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Harry e Meghan, parla l’autore del documentario-scandalo: “Lui dopo aver camminato dietro la bara della madre non si è più ripreso”

prev
Articolo Successivo

Il principe Harry e Meghan Markle rinunciano al titolo? “Vogliono essere gente comune”

next