Maurizio Gasparri contro Francesca Fialdini. Il senatore di Forza Italia ieri pomeriggio si è lasciato andare a commenti molto critici nei confronti della conduttrice di “Da noi a ruota libera“, programma in onda su Rai1 subito dopo Domenica In. La furia dell’ex Ministro delle Telecomunicazioni del governo Berlusconi si scatena dopo l’intervista della conduttrice a Virginia Raggi, sindaca di Roma. Un dialogo con poco mordente e contraddittorio: “Pare che questa corista propagandista si chiami Fialdini“, scrive Gasparri che poi fa il verso al titolo della trasmissione “a lingua srotolata, servilismo Rai a beneficio di una incompetente Raggi. Insulti agli altri accompagnati da applausi, che schifo.”

Il senatore la definisce “una nullità che intervista un’altra nullità” che secondo il suo giudizio “può mentire a piacimento. La Rai ne risponderà”. Nel mirino le domande poste dalla padrona di casa: “Esempio di giornalismo a lingua srotolata, che vergogna questa corista che fa domande ridicole a una incapace che ha distrutto Roma.” Pochi minuti dopo arriva il quarto tweet consecutivo di Gasparri che chiede al presidente Foa, alla direttrice di Rai1 Teresa De Santis e all’Ordinde dei Giornalisti se la Fialdini sia una giornalista.

All’Adnkronos parla della trasmissione come di “un programmino di propaganda”, aggiungendo una domanda: “E’ stato l’Amministratore Delegato ad ordinare questa intervista?”. Gasparri chiede l’intervento della Vigilanza Rai: “Chiedo al presidente della commissione di Vigilanza Barachini di discutere di questi fatti, di Rai-Conte, di Rai-Raggi, prima ancora della audizione che terremo mercoledì con il ministro Patuanelli. Questa è la priorità assoluta. Bisogna discutere di questo prima di ogni altra cosa. Non sarà possibile passare ad altri argomenti se non si affronterà una vicenda preliminare che attiene alla tutela della democrazia e del pluralismo”.

Nell’elenco dell’Ordine dei giornalisti disponibile online Francesca Fialdini non risulta tra gli iscritti, non sarebbe dunque una giornalista. Già al debutto aveva ospitato un altro politico, la ministra renziana Bellanova. La presenza della Raggi non ha aiutato sul fronte auditel, Da noi a ruota libera ha ottenuto solo il 12,8% di share soccombendo contro il competitor Domenica Live al 14,9% di share.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

I nuovi Re di Roma

di Il Fatto Quotidiano 6.50€ Acquista
Articolo Precedente

Pamela Prati e Massimo Giletti contro Barbara D’Urso: “Aveva i miei messaggi, ci ha fatto 10 puntate con il 22% di share”

next
Articolo Successivo

La Domenica Ventura, il prete in collegamento bacchetta Simona: “Non me ne frega niente che lei sia cattolica“. Gelo in studio

next