È stata archiviata la posizione dell’assessore allo sport del Comune di Roma, Daniele Frongia, indagato per corruzione nell’inchiesta sullo stadio della Roma e su quella relativa alla “bonifica dell’area di Tor di Quinto”. A farlo sapere in una nota è lo stesso Frongia.

A chiedere l’archiviazione, disposta dal giudice per le indagini preliminari, erano stati gli stessi pubblici ministeri della Procura di Roma ritenendo che non ci siano prove del patto corruttivo.

La contestazione a uno degli uomini della giunta di Virginia Raggiche si era autosospeso e aveva rimesso le deleghe per poi rientrare in servizio dopo la richiesta di archiviare – è dovuta a una vicenda raccontata da Luca Parnasi ai pm in uno dei suoi interrogatori, di cui il Fatto Quotidiano aveva già raccontato a settembre dello scorso anno.

Sostanzialmente, qualche tempo prima del suo arresto, avvenuto nel giugno 2018 e poi revocato, il costruttore romano aveva chiesto all’assessore M5s il nome di una persona da inserire come responsabile delle relazioni istituzionali di una sua società, la Ampersand.

Frongia – sempre secondo il racconto di Parnasi – avrebbe proposto una donna di circa 30 anni, ma la possibile assunzione svanì quando arrivarono gli arresti. Parnasi parlando con i pm negli interrogatori è sempre stato chiaro: mai ricevuto pressioni o richieste di favori da parte di Frongia.

.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Matteo Renzi indagato per diffamazione per una frase su Jessica Faoro contenuta nel suo libro. Pm: “Archiviare”. I genitori si oppongono

prev
Articolo Successivo

Scontri Inter-Napoli, arrestato un tifoso del Napoli: “È l’uomo che ha investito Belardinelli”

next