Imprevisto in diretta durante la puntata di “Chi l’ha visto?” andata in onda mercoledì sera su Rai 3. La conduttrice, Federica Sciarelli, ha dato spazio come di consueto a una telefonata dal pubblico ma quando la regia ha dato la linea si è scoperto che all’altro capo del telefono non c’era un telespettatore interessato a ciò di cui si stava discutendo in studio bensì il disturbatore Michele Caruso, vecchia conoscenza della Rai per i suoi interventi in diverse trasmissioni. L’uomo è riuscito a superare il filtro del centralino di “Chi l’ha visto?spacciandosi per un certo Giuseppe e sostenendo di avere notizie sulla scomparsa della 19enne Anna Cancarini, di cui si stava parlando nel programma. Appena ha avuto la certezza di essere in onda, Caruso ha detto: “Buonasera dottoressa Sciarelli, come sta? Sono Michele Caruso. Vaffa***” e poi ha subito riagganciato il telefono.

In studio è calato il gelo ma la conduttrice ha avuto la prontezza di intervenire e, con un sorriso di cortesia, ha replicato: “Me la sono beccata tutta. Ogni tanto capita che questo Michele Caruso, che deve andare a farsi curare, fa gli scherzi a noi che lavoriamo. Io non me la prendo, mi sono fatta una risata. La parolaccia non era per voi, era per noi. Il problema è che ci sono i nostri familiari che sono qui e stanno aspettando delle segnalazioni. Abbiamo posto il problema alla nostra azienda, perché essendo questo un programma di servizio pubblico, comportarsi in questa maniera non va bene. I vari siti che prendono in giro noi conduttori riprenderanno quanto accaduto con questo deficiente”. Michele Caruso è un disturbatore già noto al pubblico Rai, intanto però l’hashtag #Chilhavisto è entrato in trend topic su Twitter e il video con l’insulto ha fatto il giro del web.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Il caso Vannini”, testimonianze e audio inediti sull’omicidio del 20enne a Ladispoli in esclusiva sul Nove: la puntata giovedì 17 ottobre alle 21.25

next
Articolo Successivo

Amici Celebrities, Michelle Hunziker “commissariata”: torna Maria De Filippi e gli ascolti salgono

next