Non mi piace Salvini e non mi piace la parola migranti, mi sembra denigratoria e non rispettosa. Mi piace la parola nuovi italiani. Non mi piace il comportamento di Salvini sul tema dei migranti perché lo reputo dissolutivo e non costruttivo. Poi ognuno è libero di avere le proprie opinioni” “: parole di Lapo Elkann, a Palermo per la firma di un protocollo per la Fondazione Laps e la Croce Rossa siciliana. “Sono a favore delle Ong che danno aiuto alle persone in mare, la realtà è che ce n’è bisogno – ha aggiunto Lapo – Trovo abbastanza vergognoso che nessuna delle istituzioni fosse presente a Lampedusa per la tragedia di migranti che si è consumata. Da italiano mi intristisce, noi paghiamo i politici e loro devono essere presenti”. Ed è subito arrivato il commento del leader della Lega, Matteo Salvini: “Da Lapo dichiarazioni stupefacenti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Naomi Campbell: “Sono una tossicodipendente e un’alcolista in via di guarigione, una sopravvissuta”

next
Articolo Successivo

Marco Columbro: “Ecco cosa spaventa gli Ufo e come mai non ci aiutano a risolvere i nostri problemi”

next