Era il 1991 e lui girava a bordo del suo “vespino” che però finì nelle mani di un ladro. Oggi, 28 anni dopo, quel ragazzo che sicuramente non aveva preso bene il furto della sua Vespa, è riuscito a ritrovarla. O meglio, sono stati i carabinieri di Ostellato e del Nucleo carabinieri forestali per la Biodiversità di Bosco Mesola, nel Ferrarese, che hanno denunciato un 44enne italiano, commerciante e incensurato, per la ricettazione della Vespa Piaggio 50. Il motorino, oggi completamente rimesso a nuovo, era stato rubato a Goro, ad un adolescente, coetaneo del ricettatore. La Vespa era stata venduta restaurata e priva di immatricolazione nel maggio del 2018 a un cittadino di Ostellato che l’aveva acquistata per il figlio sedicenne e che si era vista rigettare dalla motorizzazione di Ferrara la re-immatricolazione, poiché alla verifica del numero del telaio emergeva che il mezzo risultava oggetto di furto. A seguito di perquisizione delegata dalla Procura di Ferrara e svolta nei giorni scorsi all’indagato, sono stati sottoposti a sequestro penale due motori da ciclomotore (per i quali sono in corso verifiche, poiché anche questi risulterebbero provento di furti commessi nella regione Campania tra il 1995 ed il 1999), e vari rifiuti speciali accatastati nel giardino (fusti pieni di oli esausti e filtri da motore).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sparatoria Trieste, Rita Dalla Chiesa a Chef Rubio: “Vergognati della tua immensa pochezza”. Poi aggiunge: “Sapesse almeno cucinare”

next
Articolo Successivo

Chiude a Torino il “bordello” delle bambole hot: calo delle prenotazioni

next