“Tra poco scoprirò anch’io la m****a… E allora ciao a tutti!”. La frase accompagna il volto di Greta Thunberg, la giovane attivista svedese. È il meme condiviso dal consigliere comunale di Turriaco (provincia di Gorizia) Marco Tricarico, eletto con la Lega, a poche ore dalla manifestazione dei Fridays for Future che ha visto riempire le piazze di tutto il mondo. Insieme al post, l’invito del consigliere, in dialetto: “E vedi de moverte” (“vedi di muoverti”).

Il post, condiviso su facebook la sera di venerdì, è stato nel frattempo segnalato e fatto rimuovere dalla piattaforma. Ma le polemiche politiche sono esplose, e vedono sulla stessa linea M5S e Pd. “I rappresentanti delle istituzioni non dovrebbero mai esprimersi in questi termini – dice a ilfattoquotidiano.it la capogruppo M5S in Regione Ilaria Dal Zovo – la frase contenuta all’interno del post è grave e oscena, specie se si considera che Greta è minorenne”.

Il capogruppo Pd alla Regione Friuli Venezia Giulia Diego Moretti rincara la dose e chiede le dimissioni del consigliere leghista: “Arrivati a questo punto non bastano le solite scuse, che stavolta saprebbero più di ipocrisia che di reale pentimento. Rivolgo quindi un appello al presidente Fedriga e ai vertici provinciali della Lega. Chiedano esplicitamente le dimissioni da consigliere comunale di Tricarico”. Richieste di dimissioni giungono anche dal Sindaco di Turriaco Enrico Bullian, sostenuto da una coalizione di centro-sinistra: “Da quando nel 2002 sono diventato per la prima volta consigliere comunale a oggi non ho mai chiesto le dimissioni di nessuno nella politica locale. Ho sempre avuto rispetto per le scelte del ‘popolo sovrano’ – dice il primo cittadino – questa volta dunque siamo in presenza di qualcosa di profondamente diverso e non è per me, da nessuna prospettiva la si guardi, una soddisfazione chiedere le dimissioni di un consigliere comunale di opposizione”. Tricarico non è nuovo a posizioni fuori dalle righe. Ricorda Bullian: “Abbiamo assistito, da parte sua, alla strumentalizzazione della vicenda di Bibbiano, senza approfondire la questione e limitandosi all’esibizione di cartelli durante un dibattito consiliare che non aveva nulla a che vedere con l’argomento. E ora attacca in tal modo una ragazza minorenne? Inqualificabile”.

Il diretto interessato ha ribattuto alle accuse: “Il post non l’ho scritto io – si è giustificato in un commento su facebook – l’ho solo condiviso”. E ha precisato che il suo attacco non era rivolto a Greta Thunberg, ma a “chi la sfrutta”. Non è la prima volta che un consigliere della Lega finisce in simili polemiche in Friuli. Solo qualche settimana fa era stata infatti la volta di Stefano Altinier, che sul proprio profilo facebook si era definito, sotto la voce “orientamento religioso”, “antisemita”. “Noi abbiamo sempre chiesto a Fedriga di dissociarsi da simili parole – aggiunge Ilaria Dal Zovo – ma non ci risulta l’abbia ancora mai fatto. È grave, questo modo di parlare sta raggiungendo livelli pericolosi”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Roma, il consiglio di amministrazione di Ama si dimette dopo le frizioni con il Campidoglio sul bilancio. Era stato nominato solo 5 mesi fa

next
Articolo Successivo

Vaticano, Nuzzi annuncia un nuovo libro sui segreti della Chiesa: “Bergoglio impegnato a combattere e cacciare i mercanti dal tempio”

next