“Deutschland, mein Herz in Flammen Will dich lieben und verdammen Deutschland” (“Germania, il mio cuore in fiamme. Non voglio mai lasciarti”). Non è il nuovo coro da stadio intonato dai tifosi tedeschi ma il ritornello di “Deutschlandla nuova canzone dei Rammstein, gruppo metal di Berlino, che gli abitanti di Budapest conoscono ormai a memoria dopo che, per un guasto tecnico, l’impianto audio del nuovo stadio “Pusáks Arena” della capitale ungherese è letteralmente impazzito e ha messo in loop per un’intera notte questo brano. Al massimo del volume, ovviamente.

È successo nella notte tra lunedì e martedì mattina: l’inconveniente è stato risolto solo intorno alle 7.30 quando, dopo le lamentele dei residenti, qualcuno è intervenuto per spegnere l’impianto. Secondo quanto riferisce Euronews, si è trattato di un guasto tecnico all’impianto audio avvenuto in seguito alle operazioni di soundcheck fatte proprio nel pomeriggio di lunedì in vista dell’inaugurazione ufficiale della struttura, prevista il prossimo 15 novembre (con il match tra Ungheria e Uruguay).

Non si sono di certo fatte attendere le scuse ufficiali della società che gestisce l’impianto: “Ci scusiamo con i residenti delle strade circostanti per gli eventuali disagi creati”. La “Pusáks Arena” contiene 67mila posti a sedere e si trova in una zona centrale della capitale, circondato dalle abitazioni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Morto Kelvin Maynard, il difensore olandese 32enne ucciso nella notte da due uomini in motorino

prev
Articolo Successivo

Area 51, oggi è il giorno del raduno (poi annullato) alla “base degli alieni”: chiuso lo spazio aereo, arrestati 2 giovani

next