Volevano acquistare una base musicale, ma non avevano i soldi. Così hanno aggredito brutalmente in via Val Sabbia a Milano lo scorso 4 agosto un cittadino cinese di 26 anni per rubargli il telefono e avere il denaro necessario. In manette è finito il rapper 18enne Adamo Bara Luxury e il suo complice di 17 anni. “Avevo bisogno di soldi per comprare la base del mio nuovo singolo“, ha spiegato il giovane rapper agli agenti del commissariato di Comasina dopo che lo hanno arrestato nell’appartamento dove vive con la madre. Il 26enne aggredito, colpito oltre 25 volte con un pesante gancio per auto, ha riportato una prognosi di 25 giorni per numerose fratture al volto e agli arti.

I due aggressori ora dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso e lesioni aggravate. Questa non è la prima rapina per il più giovane dei due arrestati: il minorenne è stato accusato di altre rapine messe a segno il 28 e il 24 agosto scorso a bordo di un treno a Cesate, in provincia di Milano.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Milano Fashion Week, Benetton dà il via ufficialmente alla settimana della moda e porta in passerella (o meglio, a bordo piscina) Braccio di Ferro

next
Articolo Successivo

Pippo Baudo: “Non sopporto più i programmi di cucina in tv. Lorella Cuccarini? Ho un debole per lei”

next