Stando alle foto che pubblicano di noi, io e Gigi passiamo la vita avvinghiati. Ci vogliamo molto bene ma non è esattamente così. Facciamo la nostra vita, usciamo, ma evitiamo i posti mondani e proviamo a vivere una vita piuttosto riservata. A questa indagine costante della mia vita, in cui ci si chiede ogni giorno se sono incinta o no, non mi ci sono ancora abituata”. A dirlo è Ilaria D’Amico che, in un’intervista al Corriere della Sera, è tornata a parlare del suo rapporto con Gigi Buffon spiegando di tenere molto alla loro privacy e di non essere una patita dei social network: “Per me sarebbe una fatica folle raccontare il mio privato… Quelle foto finto-naturali o dei momenti di gioia esibita… non fa per me. Capisco che questa visibilità social possa avere un senso e diventare anche un’appendice della carriera, rispetto chi lo fa ma è un modo di raccontarsi che non mi appartiene per niente. Si sceglie di enfatizzare la parte estetica e si cerca consenso così”.

La giornalista sportiva ha parlato poi anche della sua carriera e della sua vita privata, senza nascondere la voglia di intraprendere nuovi progetti: “Quando nella mia vita è servito del tempo per far quadrare degli equilibri familiari, è stato spontaneo prenderlo. Ora sono pronta per immaginare nuovi progetti. Il calcio è nella mia pelle – confida Ilaria D’Amico -. Mi diverte ancora moltissimo e il mio editore mi consente di plasmare un prodotto in cui c’è attenzione per ogni dettaglio. La politica? Non me ne occupo più dal 2015 ma non ho mai smesso di seguirla… C’è in me l’idea di tornare ad occuparmene. Prima non potevo. Perché tutto funzionasse nella mia vita servivano energie e dedizione”.

E sulla polemica ciclicamente riproposta sulle donne che non sarebbero adatte a parlare di calcio, la D’Amico risponde: “Lo trovo un tema talmente superato… Per me professionalmente il mondo si divide tra chi è in grado e chi non è in grado e so solo io quanti uomini conosco inadeguati a fare il mestiere che fanno. Anche donne, ovviamente, per questo il discorso sul genere non mi scalda per niente”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Michelle Hunziker, il messaggio per l’anniversario di Aurora e Goffredo: “Non vi nascondo che ogni tanto faccio dei pensieri….”

next
Articolo Successivo

Pippo Franco: “Mio figlio Gabriele a Temptation Island Vip? È in totale isolamento, come un carcerato”

next