Inutile puntare sui miracoli, l’Italia spende troppo e male. Il nuovo governo farebbe meglio a farsi un bagno di realtà e a puntare sul taglio delle tasse invece che sull’aumento della spesa. Parola di premio Nobel, Sir Christopher Pissarides. L’economista britannico-cipriota sorride, ma mette il dito nella piaga del rapporto inversamente proporzionale tra tasse e welfare in cui vivono gli italiani: “Dove finiscano i soldi non lo so, ho le mie idee in merito, ma non voglio fare speculazioni ”. Meglio attendere che a rivedere la spesa, questa volta al rialzo, siano i tedeschi. E che nell’Unione sia la volta di un nuovo paradigma, con un vero atto riparatorio nei confronti della Grecia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ue, polemica su commissario alla ‘protezione dello stile di vita europeo’. Amnesty: ‘Collegare migranti e sicurezza messaggio preoccupante’

next
Articolo Successivo

Commissione Ue: flessibilità, collegialità e un diverso contesto politico. Perché Gentiloni non sarà “controllato” da Valdis Dombrovskis

next