Ciao mamma, spero che resterai viva“. Sono le parole che il figlio di Sabrina Paravicini, star di Un medico in famiglia, ha detto alla madre prima del suo ultimo intervento. L’attrice, infatti, lotta da tempo contro un cancro al seno e ha scelto di raccontare la sua battaglia via social. Nel suo ultimo post, accompagnato da una foto di lei in ospedale, condivide l’ultima operazione, “andata bene”, senza entrare però nei dettagli dell’intervento.

“Mi hai salutato così davanti all’ingresso dell’ospedale – continua su Instagram, riferendosi alla frase del figlio, che soffre della sindrome di Asperger – E io ti ho sorriso dicendoti che sarei rimasta viva. Ti ho detto: ‘non eravamo d’accordo che sarei morta a 105 anni?’. ‘Lo so mamma ma io ho paura’. La verità è che avevo paura anche io, ho nascosto un foglio in casa con scritte delle cose. Indicazioni per Nino se fosse successo qualcosa”.

View this post on Instagram

CIAO MAMMA “Ciao mamma, spero che resterai viva” Mi hai salutato così davanti all’ingresso dell’ospedale. E io ti ho sorriso dicendoti che sarei rimasta viva. Ti ho detto: “non eravamo d’accordo che sarei morta a 105 anni?” “Lo so mamma ma io ho paura” La verità è che avevo paura anche io, ho nascosto un foglio in casa con scritte delle cose. Indicazioni per Nino se fosse successo qualcosa. Ieri mi hanno operata. È stata una giornata strana di dolori e sonno. Questa notte non ho dormito. Appena mi addormentavo facevo sogni di “servizio”: drenaggi, morfina, infermieri. Poi di colpo aprivo gli occhi e ascoltavo il silenzio del reparto interrotto ogni tanto dai campanelli dei pazienti. Non ho bevuto acqua e mangiato nulla fino a questa mattina alle 8. È stato bello mangiare qualche biscotto e sorseggiare del the. È andato tutto bene. Ora due dolcissime infermiere mi hanno fatta alzare dal letto. Mi hanno tolto il camice della sala operatoria e mi hanno rivestita. Questa notte un’infermiera mi ha lavata, con garbo e discrezione. Le mie compagne di stanza sono dolci e affettuose. Io mi sento come se avessi mille anni. Ma sono in piedi. Sono ancora in piedi. . . . ????fino a qui tutto bene ???? #me #love #life #cancer #cancerfighter #fight #amore #home #cure #therapy #colors #breast #breastcancer

A post shared by Mother Actress Director ???????? (@sabrina_paravicini_official) on

Poi ancora, racconta l’operazione e la sua giornata in ospedale. “Ieri mi hanno operata. È stata una giornata strana di dolori e sonno. Questa notte non ho dormito. Appena mi addormentavo facevo sogni di “servizio”: drenaggi, morfina, infermieri. Poi di colpo aprivo gli occhi e ascoltavo il silenzio del reparto interrotto ogni tanto dai campanelli dei pazienti. Non ho bevuto acqua e mangiato nulla fino a questa mattina alle 8. È stato bello mangiare qualche biscotto e sorseggiare del the. È andato tutto bene. Ora due dolcissime infermiere mi hanno fatta alzare dal letto. Mi hanno tolto il camice della sala operatoria e mi hanno rivestita. Questa notte un’infermiera mi ha lavata, con garbo e discrezione. Le mie compagne di stanza sono dolci e affettuose. Io mi sento come se avessi mille anni. Ma sono in piedi. Sono ancora in piedi“.

Non è il primo messaggio di forza e speranza che la Pallavicini manda ai suoi follower. Già a giugno, per esempio, aveva scritto un post su Instagram intitolato “Compagni di chemio”, in cui raccontava delle persone, malate come lei, incontrate in sala d’attesa.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Motta e Carolina Crescentini si sono sposati in Toscana: le nozze segrete dopo due anni d’amore

prev
Articolo Successivo

Lorenzo Greco, il figlio del conduttore Alessandro è il caso social di Miss Italia 2019: “È bellissimo”

next